Una “notizia” prevedibile: grazie alla presa di coscienza dei consumatori rispetto alla sofferenza degli animali sfruttati per la produzione di pellicce, e la conseguente risposta dei produttori finali, il mercato della pellicceria sta subendo una significativa contrazione con importanti crolli delle vendite in tutti i canali distributivi (negozi moda, pelliccerie, grande distribuzione, ed e-commerce).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *