Scuola, si cambia: basta cellulari in classe dal prossimo anno (anche per la didattica)

Il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha introdotto una nuova politica scolastica che vieta l’uso dei cellulari nelle scuole dell’infanzia, primaria e media a partire dal prossimo anno scolastico. Questa decisione è stata annunciata durante il convegno “La scuola artificiale – Età evolutiva ed evoluzione tecnologica” tenutosi a Palazzo San Macuto a Roma....

Giuseppe Valditara ha firmato una circolare che proibisce l’utilizzo dei cellulari per qualsiasi scopo, inclusi quelli didattici e punta a reintrodurre il diario cartaceo

Il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha introdotto una nuova politica scolastica che vieta l’uso dei cellulari nelle scuole dell’infanzia, primaria e media a partire dal prossimo anno scolastico. Questa decisione è stata annunciata durante il convegno “La scuola artificiale – Età evolutiva ed evoluzione tecnologica” tenutosi a Palazzo San Macuto a Roma.

Valditara ha dichiarato di aver firmato una circolare che proibisce l’utilizzo dei cellulari per qualsiasi scopo, inclusi quelli didattici. Il ministro ha espresso la convinzione che l’uso dei cellulari non contribuisca a una buona didattica fino alle scuole medie. Tuttavia ha chiarito che l’uso di tablet e computer rimarrà consentito, purché sotto la supervisione dei docenti.

Questa decisione rappresenta un cambiamento significativo rispetto alla circolare del dicembre 2022, che permetteva l’uso dei dispositivi elettronici per scopi didattici con l’autorizzazione dell’insegnante. Ora, il divieto è totale: niente cellulari in classe per nessun motivo.

La proposta di reintrodurre il


Leggi tutto: https://www.greenme.it/lifestyle/costume-e-societa/scuola-basta-cellulari-in-classe/


LaCittaNews è un motore di ricerca di informazione in formato magazine, aggrega e rende fruibili, tramite le sue tecnologie di ricerca, in maniera  automatica, gli articoli più interessanti presenti in Rete.  LaCittaNews non si avvale di nessuna redazione editoriale.   =>  DISCLAIMER

Buy Me A Coffee

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.