• 29 Novembre 2022
  • No Comment

Province elette, la proposta di Calderoli piace al centrodestra e al Terzo polo

Province elette, la proposta di Calderoli piace al centrodestra e al Terzo polo

Rieccole: bistrattate da sempre, cancellate per demagogie e riesumate per necessità, le province tornano a far parlare di sé dopo la sciagurata riforma Del Rio. Merito del ministro Roberto Calderoli, che parlando ieri all’evento Lombardia 2030, si è detto convinto di un loro totale e completo ripristino, il che vuol dire ritorno all’elezione diretta del presidente e del Consiglio. Era ora, verrebbe da dire. E sì, perché si è capito che senza un ente intermedio di raccordo tra Stato, Regione e Comune, molti enti locali sono andati in difficoltà. Soprattutto quelli di piccole dimensioni e con scarse risorse, sia umane sia finanziarie, a disposizione.

Calderoli ne ha parlato a “Lombardia 2030”

L’idea lanciata da Calderoli ha ovviamente incrociato il favore di Fratelli d’Italia e dei berlusconiani. Meno scontato era quello del terzo polo. Naturalmente, ora bisognerà passare dalle parole ai fatti. E poiché di carne sul fuoco delle riforme istituzionali ce n’è tanta, la soluzione migliore sarebbe quella di procedere unitariamente per avere una visione complessiva. Per intenderci: autonomia differenziata delle Regioni, ripristino delle Province, presidenzialismo, superamento del bicameralismo paritario sono altrettanti capitoli di un unico libro che dev’essere aperto una sola volta e non di continuo attraverso interventi parcellizzati e slegati gli uni dagli altri.

LEGGI ANCHE

Un unico disegno riformatore

Calderoli sa meglio di tutti che il disegno riformatore, soprattutto quando l’obiettivo è restituire efficienza alla macchina pubblica, dev’essere coerente in tutte le sue pieghe. Tanto più che in questi anni, nelle grandi aree urbane, le province hanno lasciato il posto alle Città metropolitane, tuttora vivacchianti a livello di meri contenitori demografici. Mettere ordine in tutta questa variegata congerie è un imperativo categorico che ha a che fare non solo con la tenuta delle istituzioni democratiche, ma anche con la


Leggi tutto: https://www.secoloditalia.it/2022/11/province-elette-la-proposta-di-calderoli-piace-al-centrodestra-e-al-terzo-polo/


LaCittaNews è un motore di ricerca di informazione in formato magazine, aggrega e rende fruibili, tramite le sue tecnologie di ricerca, in maniera  automatica, gli articoli più interessanti presenti in Rete.  LaCittaNews non si avvale di nessuna redazione editoriale.   =>  DISCLAIMER

Buy Me A Coffee

Articoli correlati

INTERVISTA | Regionali, D’Amato: “Con me il Lazio sarà leader in Italia. Rocca è il mondo antico che ci ha mandati in default”

INTERVISTA | Regionali, D’Amato: “Con me il Lazio sarà leader in Italia. Rocca è il mondo…

Il candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione intervistato in vista delle elezioni del 12 e…
Elezioni regionali | Giulio Marini (FI): “Il rilancio della Tuscia parta dalla viabilità verso Roma”

Elezioni regionali | Giulio Marini (FI): “Il rilancio della Tuscia parta dalla viabilità verso Roma”

Incontro pubblico del candidato consigliere regionale con l'associazione La Tuscia nel cuore
INTERVISTA | Regionali, Rinaldi (Unione popolare): “La sanità del Lazio è un malato grave”

INTERVISTA | Regionali, Rinaldi (Unione popolare): “La sanità del Lazio è un malato grave”

La sindacalista, sottosegretaria al ministero del Lavoro del secondo governo Prodi, è candidata presidente per Unione...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.