La bellissima leggenda delle margherite e perché sono il fiore del “m’ama o non m’ama”

“M’ama, non m’ama” recita il detto popolare che invita a consultare i petali delle margherite per predire il futuro di un amore appena sbocciato. Un’usanza la cui nascita si deve probabilmente a Margherita di Provenza, che iniziò a strappare i suoi delicati petali su consiglio del fratello, dopo che il marito, Luigi IX di Francia,...

Perché “consultiamo” le margherite per predire se l’amato o l’amata ci ricambia? Scopriamo le origini di questa curiosa usanza e una bellissima leggenda dedicata al fiore dell’amore

Canva

“M’ama, non m’ama” recita il detto popolare che invita a consultare i petali delle margherite per predire il futuro di un amore appena sbocciato. Un’usanza la cui nascita si deve probabilmente a Margherita di Provenza, che iniziò a strappare i suoi delicati petali su consiglio del fratello, dopo che il marito, Luigi IX di Francia, venne imprigionato dai saraceni nel 1248.

Suo fratello le disse di recitare una preghiera per ogni petalo strappato, Margherita seguì il suggerimento e mise da parte tutti i petali raccolti fino al ritorno del marito, mostrandoglieli come prova del suo amore. Luigi IX rimase così colpito dalla fedeltà e dal nobile sentimento della moglie che decise di inserire tre margherite d’argento sullo stendardo del suo casato.

La leggenda delle margherite

Un giorno, dice la leggenda, sulla Terra arrivò la Primavera accompagnata da tanti animali e fiori di campo. La Terra però era ancora coperta


Leggi tutto: https://www.greenme.it/lifestyle/bambini/la-bellissima-leggenda-delle-margherite-e-perche-sono-il-fiore-del-mama-o-non-mama/


LaCittaNews è un motore di ricerca di informazione in formato magazine, aggrega e rende fruibili, tramite le sue tecnologie di ricerca, in maniera  automatica, gli articoli più interessanti presenti in Rete.  LaCittaNews non si avvale di nessuna redazione editoriale.   =>  DISCLAIMER

Buy Me A Coffee

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.