Dai fucili “nascono” fiori (con queste cartucce riempite di semi, metodo alternativo e veloce per la semina)

L’innovativo concetto delle cartucce per fucili riempite di semi di fiori è un’idea sorprendente che ha catturato l’attenzione degli amanti del giardinaggio e degli appassionati di outdoor. Circa dieci anni fa, l’azienda agricola americana Flower Shell, in collaborazione con lo studio di design svedese Studio Total, ha creato queste cartucce ecologiche, offrendo un metodo alternativo...

Anche se non si è pratici, l’ampio raggio di dispersione dei semi garantisce una copertura efficace del terreno

@Flower Shell

L’innovativo concetto delle cartucce per fucili riempite di semi di fiori è un’idea sorprendente che ha catturato l’attenzione degli amanti del giardinaggio e degli appassionati di outdoor. Circa dieci anni fa, l’azienda agricola americana Flower Shell, in collaborazione con lo studio di design svedese Studio Total, ha creato queste cartucce ecologiche, offrendo un metodo alternativo e veloce per la semina.

Queste speciali cartucce, originariamente progettate per sostituire i tradizionali proiettili di piombo, contengono semi di vari tipi di piante. Ogni cartuccia può essere utilizzata per seminare una vasta gamma di vegetali, dai fiori ornamentali come margherite e tulipani, agli ortaggi come carote, pomodori e peperoni, fino a frutti come mele e frutti di bosco, e persino cereali.

Questo approccio innovativo rende il giardinaggio accessibile e divertente, attirando non solo i giardinieri occasionali ma anche coloro che desiderano avvicinarsi alla natura in modo pratico e veloce ed ottenere ottimi risultati.

Si riesce a risparmiare molto tempo

L’uso


Leggi tutto: https://www.greenme.it/ambiente/buone-pratiche-e-case-history/cartucce-riempite-semi/


LaCittaNews è un motore di ricerca di informazione in formato magazine, aggrega e rende fruibili, tramite le sue tecnologie di ricerca, in maniera  automatica, gli articoli più interessanti presenti in Rete.  LaCittaNews non si avvale di nessuna redazione editoriale.   =>  DISCLAIMER

Buy Me A Coffee

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.