Nessuna persona è rimasta coinvolta. Il distacco nevoso è stato enorme, con un fronte di 600 metri

Lo storico rifugio, costruito sulla parete nord della Marmolada a 2626 metri di quota, è letteralmente distrutto.
Una gigantesca valanga l’ha travolto la sera di lunedì 14 dicembre. Il distacco nevoso è avvenuto fra punta Rocca e punta Penia, con un fronte esteso 600  metri.
La valanga ha distrutto la struttura e gli impianti ad essa collegati. Fortunatamente nessuna persona è rimasta coinvolta.
Dopo le importanti nevicate della scorsa settimana e gli accumuli di neve valanghe spontanee si stanno verificando in quota in tutta la regione.
Il Rifugio Pian dei Fiacconi devastatoIl Rifugio Pian dei Fiacconi devastato
Sconsolato il gestore Guido Trevisan, che è riuscito ad arrivare fino al Rifugio per constatare i danni irreparabili anche alla parte della struttura rimasta in piedi.
Il Rifugio Pian dei Fiacconi prima della valangaIl Rifugio Pian dei Fiacconi prima della valanga
Fonte: Rainews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *