La crisi economica provocata dall’emergenza coronavirus miete un’altra vittima a Palermo. La storica friggitoria Testaverde ha deciso, dopo 41 anni, di abbassare definitivamente le saracinesche a Partanna Mondello.

Turisti e villeggianti non potranno più assaporare le loro panelle e crocchette, le arancine e le mattonelle ma anche le delizie di melanzane, ai tortellini pasticciati e agli anelletti al forno. La scelta di Rosario Testaverde, con i figli Gianluca e Alessandra, racconta Giusi Parisi sul Giornale di Sicilia di oggi, è stata obbligata.

“Non ce l’abbiamo fatta – spiega Alessandra Testarverde -, il lockdown ci aveva già buttato giù poi c’è stata la rimodulazione dello spazio del locale e l’eliminazione dei tavolini all’interno per problemi di spazio. Dopo quei mesi di inattività forzata, abbiamo riaperto sperando di farcela e, in qualche modo, l’estate è passata. Ma da fine agosto, con la partenza dei villeggianti, sono cresciute solo le spese e l’affitto è diventato insostenibile. E poi, tutto questo martellante pessimismo generalizzato per il futuro non fa ben sperare”. Un altro colpo alla ristorazione palermitana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *