Oggi, 24 luglio, a Bolsena si festeggia Santa Cristina.

Santa Cristina di Bolsena, Cristina da Tiro, (III secolo – IV secolo) secondo la tradizione agiografica, fu una credente cristiana martirizzata durante la persecuzione dei cristiani sotto Diocleziano, agli inizi del IV secolo.
Le tante scoperte archeologiche a Bolsena indicano che la venerazione di Santa Cristina, vergine e martire, risale almeno al IV secolo: presso quello che è indicato come sepolcro della santa, infatti, era sorto un cimitero sotterraneo.

Quest’anno, le celebrazioni per Santa Cristina si svolgeranno nel rispetto delle disposizioni anti- Covid.

Non sarà pertanto possibile lo svolgimento dei tradizionali Misteri nel centro storico, che ricordano i martiri della santa patrona della città.  La sera del 23 luglio, alle 21,30, prima della celebrazione della santa messa, nella piazza di fronte alla basilica, verrà accolto, con un caloroso benvenuto, Monsignor Gualtiero Sigismondi, nuovo vescovo della Diocesi.

Inoltre, la facciata della chiesa avrà la nuova illuminazione artistica, con un impianto di fari di diversi colori.
Le celebrazioni proseguiranno il 24 luglio con le sante messe sulla tomba di Santa Cristina.

La Basilica di S. Cristina è una costruzione romanica risalente al sec. XI con facciata rinascimentale (1494) e campanile a bifore trecentesco. Nell’interno a tre navate vi sono affreschi dei sec. XIV – XVI e dietro all’altare maggiore si trova un polittico di Sano di Pietro ben restaurato.

Famosa è la Cappella del Miracolo (Sec. XVII) il cui altare custodisce le pietre macchiate di sangue, reliquie del Miracolo Eucaristico (1263), mentre il Sacro Corporale, tovaglia d’altare macchiata di sangue, è custodito nella cattedrale di Orvieto. Attigua alla Cappella del Miracolo è la Grotta di Santa Cristina, facente parte delle catacombe cristiane. Nella grotta ci sono una grande icona di terracotta e la statua di S. Cristina morta, opere entrambe di Benedetto Buglioni. Il culto rivolto alla martire bolsenese è tra i più diffusi nel mondo cattolico.

L’ amministrazione comunale ha erogato un contributo all’associazione Antichissima Rappresentazione dei Misteri di Santa Cristina per realizzare banner e totem che saranno posizionati nei luoghi dove vengono allestiti i quadri plastici dei Misteri.

Il calendario delle celebrazioni si concluderà il 5 agosto, ricorrenza del ritrovamento delle reliquie di Santa Cristina, con la conferenza del professor Marcello Moscini dal titolo “Quel 5 agosto di 140 anni fa”, che avrà inizio alle 18.15 nella basilica di Santa Cristina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *