Dramma della solitudine a Roasio in provincia di Vercelli dove la vittima di  76 anni è stata trovata morta vicina al  suo cagnolino che le faceva compagnia da anni, in particolare da quando il marito era morto un anno fa.

A scoprire il cadavere dell’anziana e quello del cane sono stati i vigili del fuoco allertati dai vicini di casa della donna allarmati dal cattivo odore che proveniva proprio dalla casa. Stando a quanto si apprende è probabile che il decesso sia avvenuto almeno una settimana fa.

Maria Ciccone, questo il nome della donna, aveva 76 anni e viveva in via Massimo d’Azeglio, nella frazione Santa Maria, a Roasio. Era vedova da un anno, da quando il marito, uomo conosciuto in paese perché direttore della posta, era venuto a mancare. Usciva poco e frequentava poche persone e i pochi parenti erano nel Torinese e in Sicilia. Da allora la sua unica compagnia era stato il piccolo animale che puntualmente portava in giro per la consueta passeggiata quotidiana, ed è stata proprio la mancanza di quest’ultima ad allarmare i vicini. Quando  non hanno visto la donna uscire per portare a spasso il cane e hanno poi notato il tremendo odore sul pianerottolo hanno allertato vigili del fuoco e 118.

E così lo scorso venerdì i vigili del fuoco hanno forzato la porta dell’appartamento e sono entrati insieme con le forze dell’ordine e i soccorritori del 118: la donna giaceva ormai priva di vita accanto al cadavere del cane. I due erano vicini e stando a un primo accertamento del medico legale è probabile che il cane sia morto prima dell’anziana che forse per il dolore è stata colta da malore. Il magistrato ha deciso di non disporre l’autopsia visto che non ci sono dubbi sul fatto che sia morta per cause naturali. Sull’accaduto indagano i carabinieri.

Fonte: https://www.fanpage.it/attualita/roasio-non-regge-al-dolore-e-muore-dopo-il-proprio-cane-i-due-corpi-trovati-vicini-dopo-giorni/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *