Non solo sport nel curriculum dell’ex giornalista torinese della Rai: dal reportage sul lago Nasser in Egitto alla strage dei Graneris a Vercelli, all’intervista al celebre chirurgo Barnard, autore del primo trapianto di cuore

Il giornalismo sportivo è in lutto: è scomparso Beppe Barletti, storico volto di un calcio ormai datato, protagonista in video in programmi seguitissimi come Novantesimo Minuto e Domenica Sprint.

Nato a Torino nel settembre del 1928, Barletti aveva iniziato a scrivere da ragazzo sul “Piccolo Commercio”, il giornale rivolto ai venditori ambulanti che lavoravano al mercato di Porta Palazzo: “Avevo iniziato così perché mio padre era uno di loro, era un mercatale” diceva con fierezza.

Dopo la gavetta e la collaborazione a Stampa sera, Barletti era entrato in Rai diventando un personaggio notissimo agli appassionati di calcio per i resoconti delle partite di Juventus e Torino. Non soltanto sport, però, nella sua lunga carriera che si era poi chiusa nel 1993 quando era andato in pensione.

Oltre a occuparsi di basket, atletica e automobilismo, Barletti aveva seguito anche tanti eventi cittadini realizzando anche servizi di rilievo: dal reportage sul lago Nasser in Egitto alla strage dei Graneris a Vercelli, all’intervista al celebre chirurgo Christiaan Barnard, il grande chirurgo sudafricano diventato famoso nello scorso secolo per aver realizzato il primo trapianto di cuore nella storia della medicina.

Fonte: https://torino.repubblica.it/cronaca/2020/05/30/news/addio_a_beppe_barletti_volto_storico_torinese_di_novantesimo_minuto_-258037967/
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *