SCHIO – Ha trovato casa e nuovi affetti Gigio, il cane meticcio di 9 anni che a fine aprile ad Arsiero ha vegliato per due giorni il padrone di 75 anni morto a letto per cause naturali e ha aggredito i sanitari del Suem intervenuti per prestare soccorso.

Dopo oltre un mese trascorso al canile di Marano Vicentino dove Gigio non mangiava, in una sorta di suicidio, è stato adottato dopo alcune passeggiate di prova e ore di compagnia da Riccardo Sterchele, consigliere comunale della civica “Noi cittadini con Valter Orsi”.

Da circa una settimana Gigio ha una nuova famiglia nel quartiere di Santissima Trinità. Il più felice è Riccardo Sterchele che commenta così l’entrata nella sua casa del meticcio Gigio. «Questa è un’adozione che fa bene più a noi della famiglia che a lui. Se ci devono essere dei ringraziamenti, quelli devono essere rivolti alle associazioni che danno del loro perché questo accada. Colgo l’occasione per dire a chi deve prendere un cane di passare prima da un canile. Purtroppo uno come Gigio è unico, ma vi garantisco che sono tutti splendidi. Grazie di  cuore a Cesira, Federica e Raffy e a buon rendere: Gigio vi aspetta a casa sua».

Fonte: www.ilgazzettino.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *