• 1 Aprile 2022
  • No Comment
  • 33

Trote alloctone nei fiumi, la Lega: “L’Umbria segua le Marche e ne consenta l’immissione”

Trote alloctone nei fiumi, la Lega: “L’Umbria segua le Marche e ne consenta l’immissione”

“La Regione Marche, grazie al lavoro dell’assessore regionale all’agricoltura Mirco Carloni e del Commissario regionale della Lega, Riccardo Augusto Marchetti, ha predisposto, con l’autorizzazione del Ministero per la Transizione Ecologica, la proroga della scadenza della deroga all’immissione della trota atlantica nei corsi d’acqua come stabilito dall’emendamento al Milleproroghe – affermano il Segretario della Lega Umbria Virginio Caparvi insieme ai consiglieri regionali della Lega Manuela Puletti e Valerio Mancini – l’Assessore Morroni segua il sentiero tracciato dalla Lega nelle Marche”.
“Le Marche sono l’unica regione in Italia autorizzata dal Ministero della Transizione Ecologica a immettere 34 quintali di trote iridee in dieci tratti fluviali – spiega il Commissario della Lega Marche, Riccardo Augusto Marchetti – tra due mesi ne verranno immessi altri cento quintali. Si tratta di un passo in avanti in direzione di una programmazione più ampia e sostenibile valida fino al 2024 che garantirà miglioramenti graduali e significativi ai pescatori. Auspichiamo dunque l’attivazione di una proficua sinergia tra l’Assessore Carloni e l’Assessore Morroni affinché anche in Umbria venga intrapreso l’iter corretto per l’immissione delle trote alloctone nei fiumi”.
“La mancata immissione dei quasi 70 quintali di trote del centro ittiogenico di Borgo Cerreto, parte di queste provenienti da Terria – riprendono Caparvi, Puletti e Mancini – potrebbe comportare un danno economico al settore della pesca sportiva e all’indotto, oltre al rischio di doverle sopprimere. Auspichiamo pertanto che l’Assessore Morroni accolga in tempi brevi le richieste della Lega e dell’intero comparto ittico umbro a beneficio dei pescatori, ma anche delle strutture ricettive che dalle gare di pesca sportiva traggono profitto e che in un momento già complesso a causa delle restrizioni dovute al Covid, meritano di tornare a lavorare. L’auspicio è che martedì prossimo in Consiglio Regionale la proposta della Lega per l’impiego delle trote di Borgo Cerreto da immettere nei fiumi umbri venga recepita”.

Articoli correlati

L’Umbria tra le regioni finaliste del Gran Premio del Teatro Amatoriale Italiano 2021/2022 della F.I.T.A.

L’Umbria tra le regioni finaliste del Gran Premio del Teatro Amatoriale Italiano 2021/2022 della F.I.T.A.

La compagnia umbra ‘Teatro della Fama’ di Gubbio sfiderà dieci compagnie provenienti da altrettante regioni per aggiudicarsi…
Città della Pieve, il ristoratore: “Ho detto di no a Mario Draghi, i clienti sono tutti uguali”

Città della Pieve, il ristoratore: “Ho detto di no a Mario Draghi, i clienti sono tutti…

“Tutti i miei clienti pagano, per cui tutti i clienti sono uguali. Anche se il cliente si…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.