• 29 Giugno 2022
  • No Comment
  • 51

Tensioni nel governo, Draghi rientra in anticipo dal vertice Nato: non solo il fronte M5s, la Lega alza la voce e la destra si ricompatta contro lo ius scholae

Tensioni nel governo, Draghi rientra in anticipo dal vertice Nato: non solo il fronte M5s, la Lega alza la voce e la destra si ricompatta contro lo ius scholae

DISCLAIMER

Ha lasciato il vertice della Nato a Madrid, dove a rappresentare l’Italia sarà il ministro della Difesa Lorenzo Guerini. Il presidente del consiglio Mario Draghi, invece, è rientrato in anticipo in Italia. Un ritorno a Roma che fonti di governo motivano con la riunione del consiglio dei ministri di giovedì: sul tavolo c’è, tra le altre cose, della questione bollette. Ma il Cdm non è una novità dell’ultima ora, così come già previsto era che il vertice dell’Alleanza atlantica sarebbe continuato anche domani. E’ evidente dunque che la decisione di Draghi di fare ritorno nella Capitale è stata in un certo senso precipitata nelle ultime ore. Certo c’è il fronte aperto in seno ai 5 stelle, ma non solo: anche la Lega e in parte Forza Italia sembrano trasformarsi in una fonte di preoccupazione per il premier. Per tacere di Fratelli d’Italia, che sullo ius scholae ha compattato il centrodestra. Ma andiamo con ordine.

Il fronte M5s – La giornata di Draghi è stata terremotata dalle rivelazioni di Domenico De Masi al Fatto Quotidiano: secondo il sociologo il premier ha chiesto a Beppe Grillo – che glielo ha raccontato in un incontro di due giorni fa – di rimuovere Giuseppe Conte dal vertice del M5s. L’ex premier si è detto sconcertato ma ha confermato, per il momento, il sostegno dei 5 stelle al governo. Interpellato a Madrid sulla questione, a domanda diretta Draghi non ha smentito e anzi ha spiegato di avere cercato Conte in mattinata e di averlo poi sentito: “Abbiamo cominciato a chiarirci, ci risentiamo domani per vederci al più presto”. In serata però è arrivata una velina di Palazzo Chigi a smentire richieste da parte del premier a Grillo per rimuovere Conte dal vertice dei 5 stelle.

 

Tensioni nel governo, Draghi rientra in anticipo dal vertice Nato: non solo il fronte M5s, la Lega alza la voce e la destra si ricompatta contro lo ius scholae

Leggi tutto: https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/06/29/tensioni-nel-governo-draghi-rientra-in-anticipo-dal-vertice-nato-non-solo-il-fronte-m5s-la-lega-alza-la-voce-e-la-destra-si-ricompatta-contro-lo-ius-scholae/6644755/

Articoli correlati

Ius Scholae, clima teso nella maggioranza. La Lega chiede a Pd e M5s il ritiro della legge: “Così non si può andare avanti”

Ius Scholae, clima teso nella maggioranza. La Lega chiede a Pd e M5s il ritiro della…

Lo Ius Scholae mette a rischio la maggioranza di governo. Così la Lega al termine dell'incontro…
M5S, Di Maio annuncia l’addio: “Dirigenti 5 Stelle hanno rischiato di indebolire il nostro Paese”

M5S, Di Maio annuncia l’addio: “Dirigenti 5 Stelle hanno rischiato di indebolire il nostro Paese”

M5S, Di Maio annuncia l'addio: "Dirigenti 5 Stelle hanno rischiato di indebolire il nostro Paese"la7.it
L’avventurismo di Conte mina l’intesa con il Partito Democratico, che comincia a ragionare

L’avventurismo di Conte mina l’intesa con il Partito Democratico, che comincia a ragionare

Letta non reagisce alle provocazioni dell’avvocato ed è sempre più tentato di abbandonare i Cinquestelle al…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.