• 16 Giugno 2022
  • No Comment
  • 22

Restauri e progetti sociali: il sostegno alla cultura

Restauri e progetti sociali: il sostegno alla cultura
image

La filosofia dell’operazione è sostenere progetti nell’interesse della collettività, condividendone i valori alla base dell’idea di una crescita sostenibile

Seguito naturale di un impegno pluriennale a sostegno del patrimonio artistico italiano, IGT, azienda leader a livello mondiale nel settore del gioco regolamentato, ha varato una nuova iniziativa che intende richiamare l’attenzione dei cittadini verso l’arte utilizzando nuovi linguaggi e modalità. Si tratta di Art is open, format ideato da Epik e prodotto da Indiana Production, che prevede quattro video girati presso la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma nei quali alcuni comici cercano con il loro stile di avvicinare la gente a quattro importanti opere dell’arte contemporanea. Questi gli abbinamenti: Raul Cremona: Piet Mondrian, «Grande Composizione A»; Ippolita Baldini: Gustav Klimt, «Le tre età della donna»; Alessandro Betti: Amedeo Modigliani, «Nudo sdraiato»; Marta Zoboli: Umberto Boccioni, «Antigrazioso».

I valori

La filosofia dell’operazione è sostenere progetti nell’interesse della collettività, condividendone i valori alla base dell’idea di una crescita sostenibile: la formazione dei giovani con particolare attenzione alle competenze digitali, l’inclusione sociale, l’innovazione tecnologica e la tutela del patrimonio storico-artistico italiano. Iniziative simili hanno già consentito in passato a IGT di contribuire al supporto dell’arte attraverso innumerevoli interventi di conservazione e restauro su tutto il territorio nazionale, come nel caso del Mosè di Michelangelo a San Pietro in Vincoli a Roma e alle Cappelle Medicee a Firenze. O nel caso del Ritratto di Leone X tra i cardinali Giulio de Medici e Luigi De Rossi di Raffaello (in foto). Le quattro le opere protagoniste di Art is open sono parte della collezione della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma: il museo capitolino fu inaugurato nel 1883 su progetto dell’architetto e ingegnere romano Cesare Bazzani e ospita circa 20.000 opere tra dipinti, disegni, sculture e installazioni. Altre informazioni su www.igt.it e sul sito della Galleria lagallerianazionale.com.

Articoli correlati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.