• 13 Giugno 2022
  • No Comment
  • 53

Mostro di Firenze, rinvenuta un’altra Beretta 22 come quella usata dal killer

Mostro di Firenze, rinvenuta un’altra Beretta 22 come quella usata dal killer

La canna era stata rinvenuta in un’abitazione a Firenze, la pistola invece in un casolare nella provincia di Grosseto, nascosta in un cassetto. In passato sono state diverse le pistole dello stesso tipo ritrovate ma nessuna di esse è stata utilizzata dall’assassino seriale. Verrà sottoposta ad analisi

di Marco Gasperetti

image

La canna era stata rinvenuta in un’abitazione a Firenze, la pistola invece in un casolare nella provincia di Grosseto, nascosta in un cassetto. In passato sono state diverse le pistole dello stesso tipo ritrovate ma nessuna di esse è stata utilizzata dall’assassino seriale. Verrà sottoposta ad analisi

Eccola ancora, la famigerata Beretta 22, la pistola mai trovata del mostro di Firenze. A 54 anni dal primo delitto (1968) firmato da quell’arma, ne è saltata fuori un’altra, stavolta dimenticata in un casolare della Maremma, non lontano da Grosseto. Come con le altre armi simili rinvenute dagli investigatori in tutti questi anni, anch’essa sarà sottoposta ad analisi. La notizia, anticipata dalla Nazione, è destinata a far tornare alla memoria quegli otto duplici omicidi e quelle terribili mutilazioni che il maniaco assassino seriale compiva sulle giovani vittime. Tutte coppie massacrate nei boschi delle colline toscane.

Le altre berette trovate

Anche perché stavolta ci sono delle singolari curiosità. La canna della pistola, infatti, era custodita in un altro luogo, nella casa di una nobildonna fiorentina. È stato il figlio, dopo la scomparsa della madre, a trovarla nella casa dei genitori (il padre, un militare, era morto precedentemente) abbandonata in un cassetto e ne aveva parlato con un poliziotto. Da qui, dopo alcuni accertamenti, il ritrovamento della Beretta in Maremma dell’identica tipologia dell’arma del mostro. Adesso la Beretta ritrovata tornerà a sparare in un poligono di tiro della polizia scientifica. Un esperimento che potrebbe confermare o smentire l’ipotesi che essa sia la pistola del serial killer. Ma c’è anche una seconda arma, anch’essa Beretta, ritrovata e sempre di proprietà del militare scomparso anni fa. Anche questa sarà analizzata e fatta sparare. Gli investigatori non si fanno troppe illusioni, però. In passato sono state diverse le pistole dello stesso tipo ritrovate ma nessuna di esse è stata utilizzata dall’assassino seriale. Così come molti sono state le persone sospettate e indagate per quei delitti poi rivelatesi senza colpe.

Articoli correlati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.