• 1 Aprile 2021
  • No Comment
  • 25

La zona rossa a Napoli non esiste più: folla sugli scogli a mare e con gli scooter di notte

La zona rossa a Napoli non esiste più: folla sugli scogli a mare e con gli scooter di notte

Folla sul Lungomare di Napoli e nelle strade del centro storico, violata la Zona Rossa Covid19. Centinaia di giovani in strada, molti senza mascherina.
I Quartieri Spagnoli invasi da ragazzi sui motorini. In piazza Mercato tornano ancora i rodei tra gli scooter, con decine di giovani a girare in tondo nello spiazzo centrale appena riqualificato grazie ai fondi dell’Unesco, come si vede nei video pubblicati sui social.
Centinaia di giovani in strada il centro storico di Napoli e il Lungomare, con folla anche sugli scogli. I Quartieri Spagnoli invasi da ragazzi sui motorini. Molti anche senza mascherina. Violata la Zona Rossa Covid19, nonostante i divieti e le restrizioni agli spostamenti imposti dalle norme della pandemia che consentono di poter uscire di casa solo per lavoro, necessità o salute. In piazza Mercato tornano ancora i rodei tra gli scooter, con decine di giovani a girare in tondo nello spiazzo centrale appena riqualificato grazie ai fondi dell’Unesco, come si vede nei video pubblicati sui social.
Borrelli: “Servono più controlli”
“Bisogna cambiare registro – spiega Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde – intensificando i controlli e applicando la tolleranza zero per arginare i contagi e fermare la delinquenza. La zona rossa in Campania non riesce a fermare gli assembramenti, soprattutto quelli dei giovanissimi che in alcune aree del territorio napoletano si riuniscono in flotte di scooter portando caos, disordini e scompiglio. Bisogna intensificare i controlli e applicare la tolleranza zero nei confronti di chi non rispetta le regole e intervenire anche sulle famiglie. Bisogna agire in questo modo per arginare i contagi e fermare caos e delinquenza”.
“Le situazioni più critiche – prosegue Borrelli – si registrano a Piazza Mercato nell’area pedonale e ai Quartieri Spagnoli, soprattutto in vico Lungo San Matteo. Stanno in strada e fanno casino fino alle ore piccole del mattino prendendosi anche gioco delle forze dell’ordine rivolgendogli spesso parolacce – racconta un residente dei Quartieri Spagnoli. “È una situazione che denunciamo da tempo – affermano Borrelli e Salvatore Iodice, consigliere di Europa Verde della II municipalità – ma per la quale non si sono ancora prese contromisure perché continua a peggiorare. Che ci fanno dei ragazzi in strada di notte e a qualsiasi ora in giro per le strade quando siamo in zona rossa? Dove sono i controlli? Per di più oltre al fatto di violare le misure anti-covid, questi ragazzi portano scompiglio e situazioni di pericolo andandosene in giro in scooter in massa e senza casco”.
Fonte: FanPage.it

Articoli correlati

Aversa, prende a testate la volante della polizia dopo essere stato arrestato

Aversa, prende a testate la volante della polizia dopo essere stato arrestato

Era stato arrestato e non ha preso bene questa cosa. Un uomo, ad Aversa, prende a…
Furti d'auto, primato per la Campania: è la regione più pericolosa

Furti d'auto, primato per la Campania: è la regione più pericolosa

Nel 2021 nella regione sono state rubate 18.695 vetture. La Valle d’Aosta spicca invece per la…
Napoli, per evitare gli scippi di Rolex si ripensa all’orologio di cortesia per turisti

Napoli, per evitare gli scippi di Rolex si ripensa all’orologio di cortesia per turisti

Dopo lo scippo del Patek Philippe da 39mila euro all’attore Daniel Auteuil, torna l’idea dell’orologio di…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.