• 26 Agosto 2022
  • No Comment

La società fiorentina che riqualifica le strutture storiche, dando vita a immobili di pregio

La società fiorentina che riqualifica le strutture storiche, dando vita a immobili di pregio

Articolo tratto dal numero di agosto 2022 di Forbes Italia. Abbonati!

Ristrutturare e arredare immobili d’epoca è un’arte complessa. Una danza, tra passato e presente, che deve esaltare senza snaturare, proiettare nel presente facendo dialogare epoche e linguaggi diversi. Ma è anche un’arte da maneggiare con cura.

Il fondatore Pasquale Cataldi e Maria Sidelnikova, chief marketing officer.

Lo sa bene Altus Lifestyle, società internazionale di real estate con sede a Firenze, che si occupa di riqualificare strutture storiche, dando vita a sviluppi immobiliari di grande pregio. Il suo fondatore, nel 2016, è Pasquale Cataldi insieme all’imprenditore italo-messicano Fabio Massimo Covarrubias e all’architetto Michele Morandi: un team a cui si è unita successivamente Maria Sidelnikova nel ruolo di chief marketing officer.

Diversamente da altri player del settore, Altus Lifestyle si occupa di tutte le fasi del progetto immobiliare, dall’acquisizione degli edifici fino alla progettazione degli spazi, dalla realizzazione dei lavori all’arredo. Con un obiettivo: esaltare il patrimonio culturale degli immobili, e offrire ambienti freschi e dallo stile contemporaneo, dove innovazione e tecnologia si intrecciano alla storia.

Altus Lifestyle Altus Lifestyle

Situati tra Firenze, Milano ma anche all’estero, dalla Spagna al Messico, gli immobili Altus Lifestyle restituiscono lo spirito e le atmosfere dei luoghi in cui si trovano: “Ogni progetto ha una storia a sé, e ogni architettura va trattata secondo il suo genius loci: per questo non si può applicare lo stesso l’approccio progettuale a un palazzo storico fiorentino e a una location in Messico. Oltre al restauro, il palazzo storico va tutelato e valorizzato

Articoli correlati

Pagamenti elettronici: dimentica i 30 euro, l’obbligo del POS (e le sanzioni) scattano solo dopo i 60 euro

Pagamenti elettronici: dimentica i 30 euro, l’obbligo del POS (e le sanzioni) scattano solo dopo i…

Commercianti, artigiani e professionisti potranno rifiutare i pagamenti elettronici, con carte di credito o Bancomat, sotto…
A cosa stanno rinunciando gli italiani? La classifica prodotti e delle abitudini che stiamo eliminando per via del caro prezzi

A cosa stanno rinunciando gli italiani? La classifica prodotti e delle abitudini che stiamo eliminando per…

Il caro prezzi sta influenzando (e non di poco) le nostre abitudini, a partire da quelle…
Black Friday: i 6 consigli di greenMe per viverlo senza fare acquisti scellerati (e poco sostenibili)

Black Friday: i 6 consigli di greenMe per viverlo senza fare acquisti scellerati (e poco sostenibili)

Domani è il Black Friday, giornata tradizionalmente dedicata allo shopping folle, favorito da offerte e sconti…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.