• 2 Giugno 2022
  • No Comment

La banca centrale svedese non considererà Bitcoin una valuta

La banca centrale svedese non considererà Bitcoin una valuta

La banca centrale svedese, altrimenti nota come Sveriges Riksbank, ha recentemente analizzato Bitcoin (BTC) per determinare se la moneta regina può essere classificata come valuta. Ha affermato che per esserlo deve soddisfare tre criteri, vale a dire: riserva di valore, mezzo di pagamento e unità di conto.

Nessuna riserva di valore affidabile

La banca centrale ha indicato che Bitcoin non è una riserva di valore affidabile a causa della sua natura volatile. Si legge:

“Se un bene funge da riserva di valore, devi essere sicuro di poter acquistare circa lo stesso importo oggi per, diciamo, 100 corone svedesi come domani. Il prezzo di Bitcoin ha avuto un alto livello di volatilità e quindi è un “protettore” relativamente scarso”.

La Riksbank ha anche indicato che, nonostante sia accettato come mezzo di pagamento in un numero limitato di posti, BTC non è così ampiamente accettato come le carte di credito:

“Se il bene funge da mezzo di pagamento, un acquirente deve poter utilizzare il bene per pagare e un venditore lo deve accettare come pagamento. Non esiste una cifra esatta su quante aziende accettino Bitcoin come mezzo di pagamento, ma Coinmap ha un servizio che mappa diversi commercianti che accettano Bitcoin e bancomat dove è possibile acquistare Bitcoin. Il 13 maggio 2022 c’erano circa 29.500 commercianti e distributori automatici sulla mappa. In confronto, le carte Visa sono accettate da oltre 60 milioni di commercianti”.

Colpa della volatilità

La banca centrale ha anche affermato che Bitcoin non può essere utilizzato come unità di conto a causa dei prezzi in continua evoluzione. Ha affermato quanto segue:

“Se il bene funziona come unità di conto, può essere utilizzato per valutare beni e servizi. Le due caratteristiche di cui sopra entrano in gioco poiché è più difficile prezzare qualcosa se il valore del bene oscilla molto o se non viene utilizzato come mezzo di pagamento.

Bitcoin non soddisfa 3 criteri per essere una valuta

Infine, ha indicato che poiché Bitcoin non soddisfa i tre criteri sopracitati, viene considerato solo come un asset ma non come una valuta:

“Bitcoin generalmente non svolge quelle tre funzioni e quindi non è una valuta, almeno non nel senso che può funzionare come denaro nel sistema finanziario tradizionale e nella società. Un ragionamento simile può essere applicato a molte altre criptovalute”.

Articoli correlati

FTX, truffa sulla fiducia e senza chiedere permesso

FTX, truffa sulla fiducia e senza chiedere permesso

Quando le parole d'ordine dell'utopia cripto prendono un'accezione sinistra: dietro il collasso di FTX una storia…
Criptovalute, è l’ora della trasparenza regolamentare

Criptovalute, è l’ora della trasparenza regolamentare

Le criptovalute sono commodity (merce o materia prima digitale che può essere immagazzinabile) o security (titolo…
Asset digitali, dagli USA le linee guida per lo sviluppo del settore: ecco i punti chiave

Asset digitali, dagli USA le linee guida per lo sviluppo del settore: ecco i punti chiave

Il governo statunitense ha pubblicato un framework dedicato alle risorse digitali, comprese le criptovalute, che detta…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.