• 28 Giugno 2022
  • No Comment
  • 31

EDITORIALE – IL SINDACO SKOVASSCHT (E IL CONS. “DEL GATO”)… – GradoSpia

EDITORIALE – IL SINDACO SKOVASSCHT (E IL CONS. “DEL GATO”)… – GradoSpia

DISCLAIMER

Le recenti proteste cittadine per la (scarsa) raccolta dei rifiuti, è arrivata anche a noi… di Raffaele Lisco.

Fin troppo facile, per noi “kreativi”, coniare uno dei nostri celeberrimi “tormentoni” che tanto apprezzamento trovano nei Tribunali del Pianeta, così abbiamo storpiato irriverentemente il prestigioso cognome del nostro sindaco, adattandolo alla notizia…

Impossibile resistere al tema del momento, ciacòla locale capace di superare le Elezioni Bisiache, bloccare il commento “nteligènte” su Pandemia e Guerra (…) e dare modo alla cittadinanza di provare la piatta esuberanza vitale dei “kompetenti”.

Il dott. Claudio Kovatsch, esimio sindaco del Comune di Grado, soggetto investito “regionalmente” della capacità di saper risolvere tutti i problemi creati da “quelli di prima” (…), oltre alla montagna di rogne di cui solo ora comincia a percepirne l’importanza, si deve pure caricare della “rogna rifiuti”, scontata conseguenza della mancanza di Autorità del Comune, verso le aziende sotto contratto.

La raccolta dei rifiuti sull’Isola di Grado è sotto la competenza di Isa Ambiente, società pubblica di “proprietà” del centro destra che, a poco a poco, è stata lasciata andare in malora dai suoi “nominati”. Oggi, in forte perdita, sconta un blocco esecutivo (sulla determinazione delle poste passive) proprio da una delle prime “amiche” del nostro Omo de Tavagnàc, Anna Cisint.

Senza un indirizzo “manageriale”, gli “scovassini” di SKovasscht (…) non possono effettuare i giri necessari per smaltire la montagna di rifiuti prodotti da un turismo benedetto, segnale che il lavoro c’è e la stagione turistica macina fatturato. Con i fondi razionati, inutile lamentarsi se i cassonetti del centro o alle estreme dell’isola, puzzano come fogne e attirano i microbi come i voti attraggono il candidato…

Certo, per correttezza, nemmeno i “civici” unti dal Signore erano riusciti a “profumare” Grado, ne tanto meno avviare procedure condivise dalla cittadinanza per migliorare il servizio. Valle Goppion e la “differenziata”, sono macigni agli Atti. Peccato che sparare su “quelli di prima” sia troppo facile e non migliori la scarsa considerazione professionale su chi viene “dopo”, incapace speculare che non risolve i problemi

Facile, anche per i “civilissimi” operatori locali che depositano i rifiuti delle attività “a cazzo di cane”, abbaiare contro quelli battezzati come i “migliori” (meno di nove mesi fa). Curiosamente, quando impegnarsi personalmente per vivere meglio tocca i “perbenisti”, meglio “no intrigasse”.

Del resto, abbiamo voluto l’esperto rassicurante, il “ragioniere regionale” accessoriato di Attestati di Kompetenza? Eravamo abbastanza stufi dei BimbiMinkia, delle Beghine, dei “Fioronzi” e degli Sparatutto, avevamo giurato di cancellare dal Municipio i Cicogna, Fabris e i Borsatti? Ah, no, scusate, ho fatto confusione, quelli sono ancora avvitati alla poltrona

Per risolvere il problema si riuniranno, emenderanno, proporranno e, alla fine, ubbidiranno agli ordini della Zarina de Monfalcòn, unica Signora & Padrona dell’Isontino, alla quale Monfalcone non basta più, capofila dei “Patti” tra Comuni dove “una” decide e gli altri colleghi,“democraticamente,” applaudono per manifesta sudditanza.

Nel frattempo, se vi infastidisce la puzza di marcio che emanano i cassonetti di Grado, fatevela piacere, come ai gabbiani.

Oppure andate a sfrangiare gli ammennicoli a quel “boccalone” di Vinicio Patruno, neo Consigliere “Del gatto”…E’ un suggerimento dell’Assessore all’Abbronzatura, Renato Bonaldo.

Il sindaco SKovasscht e la Giunta tutta, stanno lavorando per voi…

 

EDITORIALE – IL SINDACO SKOVASSCHT (E IL CONS. “DEL GATO”)… – GradoSpia

Leggi tutto: https://www.gradospia.it/2022/06/28/editoriale-il-sindaco-skovasscht-e-il-cons-del-e-gato/

Articoli correlati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.