• 5 Dicembre 2022
  • No Comment

Corteo a Roma, Rampelli: «Strade, vetrine e auto danneggiate: cittadini esasperati. E ora chi paga?»

Corteo a Roma, Rampelli: «Strade, vetrine e auto danneggiate: cittadini esasperati. E ora chi paga?»

Le scritte sui muri, sulle vetrine, perfino sulle auto. Il corteo organizzato sabato da Usb e Cobas a Roma contro la guerra e il caro vita, benché non particolarmente partecipato, ha lasciato dietro di sé una scia di danni a beni pubblici e privati. E una domanda: e ora chi paga? A porla è stato il vicepresidente della Camera, Fabio Rampelli, denunciando quanto accaduto e ricordando anche l’esasperazione dei cittadini della zona intorno a San Giovanni, dove si è mossa la manifestazione.

I segni di un «totale imbarbarimento del dissenso» lasciati dal corteo

«Il passaggio dei manifestanti per il corteo di sabato 3 dicembre, organizzato da Usb e Cobas, ha lasciato segni di totale imbarbarimento del dissenso politico: strade, automobili, palazzi imbrattati con vernici di bombolette spray», ha sottolineato Rampelli, spiegando che «in alcuni casi le telecamere hanno ripreso anche i responsabili delle scritte che, di fronte a persone noncuranti di quanto accadeva, hanno potuto insudiciare il centro della città procurando danni per milioni». «Oggi chi paga per quei danni e perché – ha quindi chiesto l’esponente di FdI – sempre il centro storico deve scontare il danno dei mancati acquisti per i disagi procurati?».

LEGGI ANCHE

Rampelli: «Chi notifica le manifestazioni risponda in solido dei danni»

«Nel rione Esquilino – ha spiegato ancora Rampelli – i commercianti di via Merulana sono esasperati da tanta impunità. Mentre si prevedono altri cortei nei prossimi giorni, in pieno periodo natalizio, cioè nel momento più idoneo per provare a risollevarsi dalla crisi economica prodotta da pandemia e guerra». «Bisogna cambiare registro», ha quindi avvertito il vicepresidente della Camera, sottolineando che «chi notifica alla questura deve rispondere in solido dei danni che procurano i partecipanti alle manifestazioni, forse così si doterebbero di una adeguata vigilanza».


Leggi tutto: https://www.secoloditalia.it/2022/12/corteo-a-roma-rampelli-strade-auto-e-vetrine-danneggiate-cittadini-esasperati-e-ora-chi-paga/


LaCittaNews è un motore di ricerca di informazione in formato magazine, aggrega e rende fruibili, tramite le sue tecnologie di ricerca, in maniera  automatica, gli articoli più interessanti presenti in Rete.  LaCittaNews non si avvale di nessuna redazione editoriale.   =>  DISCLAIMER

Buy Me A Coffee

Articoli correlati

Lazio, confronto a tre venerdì su Sky tg24. Rocca vento in poppa nei sondaggi  (video)

Lazio, confronto a tre venerdì su Sky tg24. Rocca vento in poppa nei sondaggi (video)

Nuovo confronto  televisivo tra gli sfidanti alla presidenza della Regione Lazio in vista dell’appuntamento con le…
Nordio: «Su Cospito decidono i magistrati. Il 41 bis? Non si tocca». Piantedosi: «Non ci faremo condizionare»

Nordio: «Su Cospito decidono i magistrati. Il 41 bis? Non si tocca». Piantedosi: «Non ci faremo…

Non spetta al governo, ma alla magistratura la decisione sul 41 bis di Alfredo Cospito. A…
Dai soviet al “modello Lula” la sinistra copia sempre. E quella di Schlein non fa eccezione

Dai soviet al “modello Lula” la sinistra copia sempre. E quella di Schlein non fa eccezione

Mai come in questa fase congressuale il Pd è sembrato una mucca pazza. Infatti non si…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.