• 21 Aprile 2022
  • No Comment
  • 141

21 aprile, è il Natale di Roma: nel 753 a.C. Romolo fondò la Città eterna

21 aprile, è il Natale di Roma: nel 753 a.C. Romolo fondò la Città eterna

Storia e leggenda nell’origine della Città Eterna, che ogni anno il 21 aprile celebra il suo Natale con eventi e sfilate in costume.

Roma nacque il 21 aprile del 753 a .C. È in questa data che si fa iniziare la storia della città, e infatti ogni anno in questo stesso giorno si festeggia il cosiddetto Natale di Roma, attraverso eventi e celebrazioni nella capitale, in cui non mancano spettacoli e sfilate in costume.

Nella fondazione della Città Eterna si mischiano storia e leggenda. L’individuazione di questa data si deve al letterato romano vissuto tra il II e il I secolo a.C Marco Terenzio Varrone, che si basò sui calcoli del suo amico Lucio Taruzio Firmano sugli annali repubblicani. Leggenda narra che Enea, lo storico eroe omerico, dopo essere scampato alla guerra di Troia, fondò la città di Albalonga, e sempre secondo quando racconta Tito Livio, i suoi discendenti regnarono per otto secoli. La dinastia terminò con i fratelli Numitore ed Amulio. Il re Numitore mise al mondo una figlia, Rea Silvia, che congiungendosi col dio Marte mise al mondo due gemelli, Romolo e Remo. Questi scamparono alla persecuzione del perfido Amulio, che aveva usurpato il trono. Leggenda narra che furono allevati da una lupa e dal pastore Faustolo, e una volta diventati adulti uccisero Amulio e restituirono il trono al nonno. I gemelli decisero di formare una nuova città, ma mentre Romolo ne tracciava i confini, Remo in segno di sfida saltò il solco e venne ucciso. Morto Romolo durante un temporale, che i romani credettero asceso al cielo e adorarono col nome di Quirino, secondo la tradizione regnarono sette re, che probabilmente furono di più e quelli ricordati sarebbero in realtà solo i più importanti. A Romolo successe Numa Pompilio, a cui viene attribuita la riforma del calendario con l’anno di 12 mesi e 365 giorni.

Dalla leggenda alla storia: la data dell’origine di Roma sarebbe stata scelta solo successivamente il 21 aprile e non a caso. Il 21 aprile era infatti il giorno delle feste Palilie nel quale i pastori celebravano l’inizio dell’anno con la purificazione delle greggi, Pales era infatti il dio dei pastori.  L’anno 753 rende la fondazione di Roma coeva a quella di altre colonie greche o fenicie. L’edificazione sul Palatino di una fortificazione quadrata ad opera di Romolo è stata confermata dagli scavi. Che nell’VIII secolo alcuni colli della riva sinistra del Tevere erano effettivamente abitati da villaggi di pastori e agricoltori, è attestato dai fondi di capanne ritrovati dagli archeologi. Ma è probabile che anche i colli, come i re, furono più di sette. Ma essendo un numero sacro, e il quadrato una figura magica, assunsero un grande significato nella costruzione della leggenda. Inoltre non sarebbe Roma a prendere il nome dall’eroe fondatore Romolo, ma viceversa. Infine, la leggenda dei fratelli rivali e dei gemelli corrisponde a miti simili tra i greci: lo stesso Ercole era nato da Alcmena e dal dio Giove.


Roma compie 2775 anni e si torna – finalmente – a festeggiarla in presenza. Giovedì 21 aprile (e in alcuni casi per tutto il weekend) sono tanti gli eventia celebrare la città Caput Mundi.
Dai cortei alle rievocazioni storiche, dai musei gratis alle importanti inaugurazioni. Roma vivrà un compleanno davvero vivace, con appuntamenti variegati, per grandi e piccini.
Cosa fare a Roma il 21 aprile? Di seguito gli eventi suggeriti da RomaToday per il Natale di Roma 2022:

Le rievocazioni del Gruppo Storico Romano

Il Gruppo Storico Romano torna dal vivo, al Circo Massimo. La manifestazione per il Natale di Roma avrà inizio alle ore 12 con il tradizionale rito ai Numi romani – Circo Massimo: l’associazione tradizionale pietas svolgerà il rito ai numi romani, volta ad onorare la memoria ed i valori sani del mondo romano. Si proseguirà alle 16 con il “tracciato del solco-Circo Massimo”, alle 17 “Le Palilie”; alle 19:30 Rinnovo del fuoco sacro in piazza in Campo Marzio; poi alle 20 “Benedictio verbi”, al Pantheon (piazza della rotonda). Il 21 aprile sarà solo il primo di quattro giorni di festeggiamenti. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Musei gratis per il Natale di Roma

Giovedì 21 aprile, l’Amministrazione capitolina organizza visite guidate, appuntamenti didattici, inaugurazioni, mostre, concerti, spettacoli teatrali e proiezioni cinematografiche. Sarà gratuito, inoltre per tutti, l’accesso ai Musei di Roma Capitale, mostre comprese, un’occasione speciale per celebrare la città ammirando le bellezze delle sue collezioni. A questi si aggiungono anche l’area archeologica del Circo Massimo e il Mausoleo di Augusto. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Synesthesia ai Mercati di Traiano

Inaugura proprio il 21 aprile, ai Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali, l’opera Synesthesia, installazione interattiva e multisensoriale frutto di un ampio lavoro di ricerca portato avanti dai curatori Severino Alfonso e Loukia Tsafoulia. L’opera ha l’intento di sviluppare nuove metodologie che mettano in relazione l’individuo con il suo ambiente attraverso l’utilizzo e l’incontro di pratiche come il design interattivo e le scienze della salute emergenti. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Inaugurazione del Planetario di Roma

Verrà inaugurato il 21 aprile, e dal 22 riaprirà le porte al pubblico, il Planetario di Roma Capitale ospitato all’interno del Museo della Civiltà Romana, dotato di una nuova tecnologia all’avanguardia e con nuovi spettacoli in programma. Il nuovo planetario digitale, dotato di un articolato sistema di videoproiettori ad altissimo contrasto, con risoluzione 4K, è in grado di ricostruire con estremo realismo la superficie di Terra, Luna e Marte e di permettere di guardare oltre, nei luoghi più lontani dell’universo, tra galassie e nebulose. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Frittoccio, terra e mare nel cartoccio

Per la prima volta a Roma arriva il Festival del Fritto sostenibile. A partire dal 21 aprile (e fino a domenica 25), l’ex Mattatoio – Città dell’Altra Economia diventa il regno dei fritti. Dalle verdure di prima qualità al pesce freschissimo, passando per la carne e i prodotti dolciari tipici della tradizione romana. Prodotti locali, freschi e di stagione che strizzano l’occhio alla sostenibilità. Frittoccio ha consapevolmente scelto di ridurre i consumi energetici e l’inquinamento legato al trasporto e alla frigo-conservazione, di non impiegare materiali in plastica per il servizio e la distribuzione di cibo e bevande e di avvalersi solo di materiali sostenibili come carta, vetro e PET. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Caccia al tesoro al Giardino degli Aranci

Giovedì 21 aprile il Municipio Roma I Centro promuove, con il supporto e la collaborazione dell’associazione giovanile Think a bit, l’iniziativa dal titolo Avventura urbana per il Natale di Roma: cacce al tesoro nell’affascinante cornice del Giardino degli Aranci (piazza Pietro D’Illiria) all’Aventino. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Visite e aperture straordinarie

Per avvicinare i cittadini, attraverso l’osservazione e il racconto, a opere, monumenti, testimonianze artistiche e culturali meno note diffuse sul territorio, il 21 aprile sono in programma, inoltre, una serie di appuntamenti guidati dai funzionari dei musei. Prevista l’apertura straordinaria degli Acquedotti Claudio e Felice (ore 10.30); in programma visite alle rovine romane nei sotterranei del Museo Giovanni Barracco ritornate da poco accessibili al pubblico e di recente dotate di un sistema di illuminazione innovativo. Prevista anche una passeggiata nei Fori Imperiali alla ricerca delle tracce di antichi mestieri e una passeggiata a Villa Borghese nei luoghi più significativi del parco come il piazzale del Museo Borghese, i giardini segreti, il Parco dei Daini, la Valle dei Platani, l’area di piazza di Siena e che terminerà al Casino dell’Orologio aperto eccezionalmente per l’occasione. Nel pomeriggio in programma le visite alla collezione del Museo della Scuola Romana presso il Casino Nobile di Villa Torlonia, alla Galleria d’Arte Moderna con il suo chiostro delle sculture e la mostra in corso sulla videoarte e ai Musei Capitolini alla mostra Cursus Honorum. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Gli appuntamenti teatrali

Roma apre i sipari di vari teatri nel giorno del suo compleanno. Nella mattinata del 21, duplice appuntamento: alle 9.30, presentato dal Teatro Macondo, sarà di scena al Teatro Biblioteca Quarticciolo lo spettacolo, dedicato ai bambini delle scuole, Il gioco dei Miti, tratto dal libro “Miti romani” raccontati da Carola Susani con illustrazioni di Rita Petruccioli. Alle 10.00, invece, al Teatro Villa Pamphilj, sarà la volta dello spettacolo di divulgazione scientifica L’ombra di Talete, per la regia di Valeriano Solfiti.
L’Associazione Teatro di Roma invita poi a scoprire e conoscere il più antico teatro di Roma, il Teatro Valle Franca Valeri, inaugurato nel 1727 con la visita guidata in programma alle 19.00 (disponibile allo stesso orario fino a domenica 24 aprile), dal titolo Viaggio al centro del teatro. Si potranno scoprire i segreti di attori, registi e tecnici e le abitudini degli spettatori. A chiudere il palinsesto teatrale, infine, dal Teatro Tor Bella Monaca alle 21.00, lo spettacolo Amara, a cura dell’Associazione Culturale Seven Cults, che porta in scena la povertà delle borgate romane nell’immediato dopoguerra.

Incontri per il Natale di Roma

Il 21 aprile sarà anche occasione di dibattiti e incontri pubblici per approfondire varie tematiche legate alla città e alla storia della Capitale. Il MACRO con l’Omaggio a Remo, propone due appuntamenti (a ingresso libero fino a esaurimento posti) legati alla mostra in corso Remoria dedicata all’omonimo libro di Valerio Mattioli e alla sua narrazione della Città Eterna sulle tracce della figura di Remo, il gemello ucciso. [TUTTE LE INFORMAZIONI]
Sempre il giovedì 21 aprile, a cura dell’Istituzione Sistema Biblioteche Centri culturali di Roma, in programma due appuntamenti: alle 17.30 alla Biblioteca Guglielmo Marconi, Massimiliano Maiucchi racconterà la città con il garbo e l’ironia del linguaggio delle parole in rima raccolte in Roma fa rima. Alle 18.00, invece, alla Casa delle Letterature si terrà la presentazione del libro Sogno notturno a Roma (1871-2021) di Annarosa Mattei, con la presenza dell’autrice e di Paolo Portoghesi. Il libro racconta i traumi subiti dalla città, proclamata capitale del Regno d’Italia nel 1871, attraverso una ricognizione notturna dei luoghi più devastati dalle demolizioni e dalle ristrutturazioni attuate a partire da quell’anno.

Antonello Costa festeggia 35 anni di carriera

Dal 21 aprile, Antonello Costa salirà sul palco del Teatro Anfitrione con il suo nuovo spettacolo “Costa Soul (l’artista e la sua anima)”. Antonello Costa torna in scena per festeggiare i suoi 35 anni di carriera, con un nuovo varietà moderno, uno spettacolo sincero, intimo e biografico. Per questo nuovo spettacolo Costa sceglie di salire sul palco del Teatro Anfitrione proprio perché questo teatro rappresenta simbolicamente il suo ritorno alle origini. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

“I Matti di Dio. Il Messia d’Abruzzo” al Teatro 7 Off

Dopo diverse tappe è la volta della Città Eterna: ed infatti sarà il Teatro 7 Off di Roma ad ospitare dal 21 aprile, il tour de “I Matti di Dio. Il Messia d’Abruzzo” con Perrotta, Andrea D’Andreagiovanni, Massimiliano Elia, Giacomo Rasetti che irrompono sul palco, come un’Armata Brancaleone, accompagnati da musiche dal vivo e da canzoni del repertorio abruzzese arrangiate in chiave moderna, coreografate ed interpretate dai quattro. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Articoli correlati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.