È stato superato il limite della decenza? Forse si …

Nei vari programmi televisivi RAI e non solo, assistiamo a comportamenti estranei alle norme di buon comportamento, si presentano persone visibilmente incompetenti in materia ed eticamente, nel contempo intransigenti con spiccati elementi di maleducazione nei confronti di persone che hanno ritenuto opportuno non sottoporsi alla “sperimentazione di massa”  e quest’ultimi, purtroppo,  solitamente non presenti in trasmissione!

Quale utente contribuente del canone della RAI, non posso assolutamente credere che codesto Organismo di Vigilanza sia ignaro di quello che avviene diuturnamente in detti spazi televisivi e che abbia intrapreso già misure adeguate per evitare che tali comportamenti abbiamo finalmente termine nel più breve tempo possibile.

Inoltre mi rifiuto di confidare che codeste Entità non siano a conoscenza che: –

 I Medicinali attualmente in Commercio cosiddetti “vaccini”, sono incompleti di sperimentazione Preclinica (Sugli animali),  Clinica   (sugli umani a pagamento) o Ambedue e che la Commissione Europea, attraverso le Agenzie (EMA e AIFA),  abbiano concesso, ai sensi del Reg. 507/2006:-  Autorizzazione all’Immissione in Commercio Condizionata del medicinale cosiddetto “Vaccino”,   Autorizzazione  Condizionata perché come abbiamo iscritto nella premessa carente o incompleta di dati di sperimentazione Preclinica,  Clinica o Ambedue.

Inoltre, è appena opportuno rappresentare per i meno attenti che, sul “modulo di Consenso alla Vaccinazione Anti-.Covid è stata omessa la espressione:-   

““Autorizzazione all’Immissione in Commercio Condizionata del Medicinale””, così come prevede l’art.8 del Reg. del Parlamento e Consiglio Europeo il 29 marzo 2006 che disciplina appunto le Autorizzazioni all’Immissione in Commercio Condizionata dei Medicinali per uso umano, ove recita “ Le informazioni contenute sul foglietto illustrativo del medicinale debbono indicare chiaramente  che si tratta di autorizzazione condizionata …”

È evidente che il pensiero del legislatore è finalizzato ad evitare malintesi o eventuali imbrogli da parte delle industrie del farmaco ed abbia deliberatamente voluto stigmatizzare e chiarire tale appellativo con la dicitura Autorizzazione Condizionata, e cioè incompleta di dati di sperimentazione (Clinica e Preclinica)!

     Per foglietto illustrativo deve intendersi (nel caso del vaccino) il “”” Modulo di consenso alla vaccinazione anti-Covid-19 “”” ove debbono essere iscritti obbligatoriamente e chiaramente tutti i dati inerenti al medicinale affinché le persone possano scegliere coscientemente se procedere alla somministrazione o non praticarla!

     Ebbene sul Modulo di Vaccinazione Anti-Covid-19  tale dicitura è stata violata e celata a milioni di Italiani!

Come possiamo constatare sono stati commessi reati di omissione ed Inadempimenti Istituzionali gravissimi, oltretutto (divulgati in modo subdolo e tendenzioso) dal momento che tali persone non sono a conoscenza che l’Autorizzazione Condizionata oltretutto ha la durata di anni UNO e che l’eventuale rinnovo può essere concesso dopo la verifica delle “Agenzie del Farmaco EMA ed AIFA”” previo presentazione di apposita domanda SEI mesi prima della scadenza, con l’obbligo da parte del richiedente (Casa Farmaceutica) di presentare ulteriori dati di sperimentazione che abbiano quale finalità (art.5 Reg.507/2006), l’obbligo specifico di completare gli studi in corso o di condurre nuovi studi finalizzati a sostenere la sicurezza e l’efficienza del farmaco!

        La domanda è:

perché questi dati o notizie non sono stati diffusi sulle RETI RAI ?  Perché si continuano a dare notizie deliranti di assicurazione su un medicinale (Vaccino)  di cui non si conoscono i dati completi di sperimentazione e  sugli effetti collaterali inerenti le interazioni cellulari che potrebbero apparire o scaturire nel medio e lungo termine?

Non possiamo mentire ulteriormente a milioni di persone che generosamente hanno ancora una volta avuto fiducia nelle Istituzioni sottoponendosi inconsapevolmente ad un trattamento sanitario, come prevede la normativa vigente di cui al comma 1 ove precisa che per l’Autorizzazione: –  il Medicinale deve essere sottoposto a studi approfonditi volti a garantire la sicurezza, l’elevata qualità e l’efficacia di impiego per la popolazione destinataria”.

     La Procura della Repubblica di Trento ha aperto una inchiesta a carico di ignoti per omicidio colposo ed altro, per un caso specifico come quello illustrato nei paragrafi precedenti, ove un giovane di 24 anni ha perso la vita dopo la somministrazione  del “vaccino” ed il suo Avvocato dopo aver accertato che sul “Modulo di Consenso” sottoscritto dal giovane defunto,  non era stato iscritto che il “medicinale-vaccino” era stato Autorizzato in regime Condizionata!

Quale Utente e Cittadino di questa Repubblica chiedo a codesta Commissione di accertare la veridicità di quanto esposto nella presente istanza e qualora le interpretazioni giuridiche e scientifiche siano esatte, (e noi crediamo che lo siano) esigiamo in base ad un diritto reale, che queste informazioni debbono essere divulgate per quella responsabilità ed etica che caratterizzano uno Stato Democratico da quello dispotico!

     Siamo certi che codesta Commissione intraprenderà tutte le misure del caso affinché la verità e la ragione prevalgono sempre e comunque sulla faziosità!

   Accludo alla presente la istanza inoltrata ai Presidenti del Consiglio e Parlamento Europeo.

   Che il Futuro Ci Sia Amico

 a.m. del giorno 9 dicembre 2021

Claudio Cianchella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *