Prato: non c’è stato niente da fare per l’alunna della media Malaparte, soccorsa venerdì 17 dopo un’emorragia cerebrale che l’aveva colpita prima dell’inizio delle lezioni

E’ morta nel reparto di rianimazione dell’ospedale pediatrico Meyer di Firenze la dodicenne alunna della scuola media Malaparte di via Baldanzi che venerdì mattina, 17 dicembre, si era accasciata a scuola, durante l’ora di lezione, lamentando un forte mal di testa prima di perdere i sensi. La causa della morte sarebbe un’emorragia cerebrale improvvisa. Attorno alle 20 di questa sera, 20 dicembre, è stato dichiarato il decesso. La ragazzina, di origine cinese, frequentava la terza media.

L’allarme era scattato quando la ragazzina aveva perso conoscenza a scuola: erano le 9 di venerdì e la dodicenne stava parlando con alcune sue compagne di classe nella palestra della scuola, a sedere, mentre l’ora di educazione fisica stava per iniziare.

“Ho un forte mal di testa”, avrebbe fatto in tempo a dire alle amiche e al suo insegnante prima di perdere i sensi.

Proprio il docente, in collegamento telefonico con la centrale di primo soccorso in attesa dell’ambulanza, le avrebbe effettuato alcune manovre di rianimazione. Anche il medico del 118 intervenuto qualche minuto dopo la chiamata della scuola si sarebbe subito reso conto della gravità delle sue condizioni. La dodicenne è stata subito trasportata con l’elisoccorso Pegaso – atterrato in un parcheggio nei pressi della scuola – all’ospedale pediatrico fiorentino, dove è stata ricoverata d’urgenza nel reparto di rianimazione. Su di lei non è stato effettuato alcun intervento chirurgico, secondo quanto appreso: troppo grave e profonda l’entità della perdita di sangue, e troppo delicata la sua condizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *