Corre il Covid come Max Verstappen in Formula 1; si corre per il Quirinale senza sapere in effetti chi sia alla partenza; corre, ma all’indietro, Viterbo, che il Sole24Ore scarica al 78^ posto, tra una benemerenza e l’altra, sotto di ben venti poltrone rispetto al 2020, e con un trend benedetto solo dal suo Sindaco, in affanno anche nel jogging mattutino.

Eppure a via Fermi la fibrillazione è di casa: nonostante la Elettrofisiologia di eccellenza (a proposito: quando il concorso per il Direttore?) gran bagarre nei piani medio-alti/alti, in un tourbillon di colpi di scena, con gran finale forse deciso alla Gorgona.

L’arcipelago Toscano ospita il meeting segretissimo tra la chiassosa Miss Babbá, eternamente insoddisfatta (gira gira le manca qualcosa….) ed alla ricerca dello scoop continuo e la coppia del momento, Diabolik- Eva Kant, per tramare definitivamente contro il rotariano ed ombroso Nosferatu, eliminandolo ‘personalmente’ dalla scena.

Arrivi distinti, appuntamento col sole allo Zenith (memorie nautiche !!!), progetto veramente…..diabolico, al quale Miss Babbá approda con il giro vita esuberante (occhio a sfogliatelle e rinfreschi al Grandori) mentre il Re del Terrore sfrutta la scia del momento (la prima del film) per un ritocco all’improbabile tintura ed al sorriso Chlorodont: la Lewinsky del quarto freme, Diabolik è marcato stretto da Eva, ma l’Ombra non lascia traccia…, non esita mai…, non commette errori…, non conosce limiti (e poi dagli di Cialis!!)…, le sue risorse sono incredibili…, sì come incredibile è l’imminente addio dell’untore 1 ai tempi della prima ondata, ovviamente benemerito, ma senza primariato.

“Lo voglio”, sembra abbia detto. “Vattene, prima che tiriamo fuori le visite fuori sacco colle quali ci hai fatto chiudere un reparto, saltare un TIC-TAC e ghettizzare un quartiere”. Se ne va, pare.

Nessuna novità, invece, sulle strane omonimie al poliambulatorio di Capranica Scalo, ambientino stizzito e rancoroso, dottoressine acide, legulei farraginosi ed evanescenti: vedremo se il NAS interverrà.

Analogo silenzio sulla ‘Concorsopoli di Latina’: non vi erano rimasti impigliati due stimati operatori viterbicoli della Cittadella?

All’ultima udienza sono emersi dettagli da “Scherzi a parte”: una volta consegnate le risposte, i candidati hanno potuto portare a casa le domande….così il giorno dopo….: fate il vostro gioco, signori! Altro che Montecarlo!!!

Prolifera, nel frattempo, l’opera dell’Istituto San Giorgio a Soriano nel Cimino. Tra il 6 ed il 7.12.2021 appaiono tre determine, le n. 1801, 1807 e 1809, per un importo complessivo di € 26.000,00. Disturbi del Comportamento Alimentare. Chiedo per un amico: siamo sicuri che non ci siano eventuali, ovvero ipotizzabili, conflitti di interesse in tutto questo?

Cioè a dire: siamo certi che la Unità Operativa proponente il trattamento presso la struttura di Soriano non abbia in forza qualcuno direttamente, e perché no indirettamente, connesso a queste attività anche pedagogiche, tanto per usare un aggettivo? Mai da stare tranquilli.

Alla memorabile Conferenza dei Servizi del 16 dicembre 2021 (ove mancò il panettone causa COVID-19!!!) che ha completamente vaporizzato qualche residuo dinosauro ancora in servizio, del tutto avulso dai temi in ballo e quasi dissociato (a tipo: oggi parliamo della battaglia di Zama e giù un pippone con la spedizione dei 1000, Talamone, Marsala e l’Aspromonte) si sono inventati gli Awards, in pieno stile USA, nell’ottica della valutazione dei servizi.

Non si sa se Grammy, Brit, Emmy, AVN…, sono Awards e basta. Infatti, basta leggere le conclusioni e classifiche del Sole24Ore e di ItaliaOggi, rendere pubblici i dati sulla mobilità passiva e sprofondare nell’ ossequioso silenzio, senza arrossire.

Senza lilleri‘ un si fanno i lalleri, faine. Parola di Merigo

by John Wick

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *