Sviluppatori di giochi e player

Come succede quando viene creato un prodotto per il consumatore finale, l’obiettivo del lancio di un gioco online è quello di dar vita a un elemento che non solo catturi l’attenzione iniziale del giocatore, ma che riesca a coinvolgerlo nel tempo, instaurando un rapporto di fidelizzazione che duri il più a lungo possibile. Il mercato del gioco online è tra i più competitivi, grazie alla possibilità per i giocatori di accedere a un’offerta alimentata da ogni parte del mondo e che fa gola anche a operatori che provengono da altri settori.

Il ruolo decisivo, anche da questo punto di vista, spetta proprio a coloro che creano il gioco, intesi come “le menti pensanti” che hanno l’ispirazione e decidono di metterla in pratica. Fin da qui si inizia a instaurare quel rapporto di dipendenza tra lo sviluppatore e il giocatore, che dovrà poi passare una verifica a volte spietata, quella delle recensioni. Nel momento in cui un gioco online, una volta lanciato, inizia ad avere recensioni negative sul web e vari gruppi e blog specializzati, la sorte è pressoché segnata. Sempre meno potenziali player sceglieranno quel software di gioco, il quale verrà sempre meno adottato dai siti.

Un esempio molto comune che possiamo fare è quello dei bonus. Siti come Bonus Bandits selezionano i vari giochi in base alle caratteristiche e ai simboli speciali del software, consigliando solo quei titoli che risultano più interessanti per il giocatore. Se una slot ha diversi simboli Wild e Scatter, vuol dire che è programmata per favorire il giocatore nelle sue vincite, e sarà di conseguenza uno dei titoli più gettonati dei casinò online. Questo è uno dei punti a cui gli sviluppatori di giochi prestano maggiore attenzione, soprattutto oggi che la conoscenza media del player è maggiore rispetto a quella di qualche anno fa così come l’aspettativa media.

Il coinvolgimento dei giocatori nello sviluppo del gioco

A volte gli sviluppatori decidono di “vincere facile”, come si dice, proponendo titoli che già sanno essere un successo. Altre volte invece occorre andare in avanscoperta, e quale modo migliore se non quello di chiedere proprio ai player cosa ne pensano di determinate proposte? I sondaggi sono proprio la modalità più utilizzata dai developer, anche se non sono di per sé sufficienti. Spesso la chiave del successo sta proprio nel proporre qualcosa di totalmente inaspettato, e che viene apprezzato per il fatto di essere una sorta di “salto nel buio”.

Una modalità molto simile a quella dei sondaggi è quella del co-design. In questo modo i player vengono resi attivamente partecipi all’inserimento di caratteristiche e utilità di gioco. Questo tipo di partecipazione è sempre gratuita, dal momento che la collaborazione dei player ha di per sé un valore specifico, che darà i suoi frutti nell’immediato futuro. In maniera più tecnica, questo coinvolgimento dei player può avvenire attraverso l’adozione di un sistema open source, ovvero aperto alle modifiche da parte degli utenti. Anche se non tutti i player saranno in grado di mettere mano al software, una buona parte di essi darà il tocco finale a una creazione di successo.

Sviluppatori di giochi e player: un’interazione senza fine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *