Si terrà sabato 4 dicembre al castello Ruspoli di Vignanello (VT) la prima presentazione del libro “Viterbium – ti ascolto” di Chiara Guidarini e Catia Santoni, edizioni Linee Infinite di Lodi, in collaborazione con la Libreria Etruria di Viterbo.

Il castello, di proprietà della famiglia Ruspoli, apre le porte a questo libro invitando le autrici a presentarlo assieme a Elisabetta Serafini alle ore 17.

Catia Santoni ama definirsi “mezza emiliana e mezza viterbese” grazie alle origini paterne e materne, e abita a Viterbo. Sarà lei a raccontare la genesi del libro, poiché Chiara Guidarini, emiliana, non potrà partecipare a causa della distanza.

«Si tratta di una grande, e bellissima soddisfazione, seppur vissuta da lontano.» Spiega la Guidarini, «Viterbium è un libro storico, quale miglior location per iniziare il suo percorso se non quella di un castello? Luogo capace di evocare fascino e storia.»

È emozionata Catia Santoni, che sarà presente in loco e racconterà il suo romanzo.

«Vorrei davvero ringraziare, anche a nome di Chiara e di Simone: Donna Giada, Donna Claudia e Paolo Misasi Ruspoli, che ci hanno messo a disposizione il loro castello. L’Amministrazione Comunale di Vignanello, l’assessore alla cultura Sabrina Sciarrini, la Biblioteca Comunale e la Libreria Etruria. Quando, con Chiara, abbiamo iniziato a parlare di questo libro non pensavamo di arrivare a tanto.»

“Viterbium – ti ascolto” narra la storia di Selesia, giovane madre esiliata da Viterbium che rientra nella sua città proprio durante lo svolgimento del primo Conclave. I tormentati giorni dell’elezione segneranno anche i ricordi della donna, che tra passato e presente, tenterà di ricostruire la propria vita e dare solidità a quella del figlio. Un romanzo di poco più di cento pagine che punta l’obiettivo su tante zone viterbesi, spiegandole in maniera semplice e di effetto: dal Bullicame a Ferento, dai campi della Tuscia all’Acqua rossa, dalle leggende ai Santi, dal Palazzo Papale alle dimore più umili.

Catia Santoni e Chiara Guidarini, assieme a Marco Fumarola, hanno organizzato l’evento “Arte e Cultura nella città del Conclave” nei giorni del 28 e 29 agosto scorsi presso il Palazzo Papale. Il libro è uscito in quell’occasione.

Il castello Ruspoli si trova a Vignanello. È aperto alle visite in alcuni periodi dell’anno, e c’è la possibilità di affittare camere indipendenti dall’impianto privato della famiglia, che ne è proprietaria dal XVI secolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *