Politica e tv/ Il dilemma di Mediaset e del figlio del Cav: contano di più le esigenze di Berlusconi in corsa per il Colle, o gli ascolti dei programmi tv?

Fuori dal coro martedì sera ha fatto grandi ascolti e record stagionale: Piersilvio non può ignorare le preferenze degli ascoltatori e degli sponsor

“Sui siti hanno scritto che io e Marione Giordano ci fermiamo per troppo tempo, ma io l’ordine di servizio non l’ho ancora ricevuto”, ha risposto, ieri, Paolo Del Debbio, conduttore di “Diritto e rovescio” sulle indiscrezioni, secondo le quali lui e il collega Mario Giordano (conduttore del programma “Fuori dal coro” sempre su Retequattro di Mediaset) si dovrebbero fermare per una lunga pausa natalizia, esattamente dal 9 dicembre al 27 gennaio.

Martedì sera, con lo share del 5,9 per cento, “Fuori dal coro” ha fatto registrare un ascolto superiore ai talk concorrenti, in onda su Rai3 e su la 7.

E Giordano ha commentato : “Spiace per il senatore Monti, ma martedì sera grandi ascolti e record stagionale per “Fuori dal coro”. Grazie a tutti per l’appoggio e il sostegno”.

I dirigenti di Mediaset, in primis Piersilvioil figlio di B. pur obbligati a tener conto delle aspirazioni (o velleità ?) quirinalizie di Berlusconi, non possono ignorare le opinioni e le preferenze della maggioranza degli ascoltatori e degli sponsor.

I programmi di Mario Giordano e di Paolo Del Debbio non sono seguiti dalla Gruber nè dai frequentatori dei salotti radical chic, durante l’inverno, e di Capalbio, ad agosto, ma dalle casalinghe, dai pensionati, dai disoccupati, che si interessano a vicende drammatiche, come le sofferenze degli anziani, privati persino delle loro case da numerosi clandestini.

Meglio, per costoro, vedere in tv la realtà, con i suoi problemi e i suoi drammi, che assistere alla narrazione, che fanno i politici, mai incalzati, durante le interviste in ginocchio, come quella fatta, martedì, a Giuseppe Conte, nel talk di prima serata de La7tv. O il “giornalismo” militante sulla ex “tele-Kabul” della marchesa e compagna Bianca Berlinguer, che conduce “Cartabianca”, con la collaborazione di Luca Telese, che ha sposato sua sorella,Maria.

Ha osservato Guidone Crosetto, ex deputato di FdI : “Pensate cosa sarebbe accaduto se al posto di Del Debbio e Giordano, qualcuno avesse deciso di stoppare Ranucci o Berlinguer o Floris !”.

Al direttore de “La Stampa”, Massimo Giannini, favorevole alle lunghe ferie di Giordano e Del Debbio, su Twitter, ha risposto l’utente Raymond Chandler : “Si autosospenda lui, lo spocchioso Giannini, con “La Stampa”, relegata, da quando c’e’lui, a giornaletto da metropolitana e veleggiante a vele spiegate, come copie vendute…D’altronde, da uno, che fa parte del Circo Barnum degli “sfigati” di “Otto e mezzo”, che si può pretendere ?”

Fonte: Affari Italiani.it

One thought on “Giordano e Del Debbio sospesi, ma se fosse successo a Formigli o Floris?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *