Il 25 novembre è la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, una data che vorremmo non fosse più necessaria ma che invece purtroppo è ancora utile a sensibilizzare sul tema e fornire soluzioni concrete a tutte le donne in difficoltà per poter uscire dall’incubo in cui vivono.

Per l’occasione la Coop ha deciso di dare il proprio contribuito in un modo originale: pubblicando il numero antiviolenza sui propri scontrini.

Sono tante le donne che, anche nel nostro Paese, subiscono violenze o stalking, ma spesso uscire da quella spirale fatta di paura, intimidazioni, minacce e quanto c’è di peggio, non è semplice. Ci sono diverse associazioni che si occupano di aiutarle ed esiste anche un numero verde pubblico e gratuito che le donne possono contattare, il problema è che a volte non lo sanno.

Proprio per pubblicizzare il numero dedicato a chi subisce stalking o violenza, il 1522, la Coop ha deciso di inserire in fondo a tutti gli scontrini dei punti vendita del Lazio fino al 25 novembre, data della Giornata internazionale della violenza sulle donne, la seguente frase:

 Se sei vittima di violenza o stalking chiama il numero 1522.

Il 1522 è un servizio promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Si tratta di un numero gratuito e attivo h24, nato proprio con l’obiettivo di raccogliere le richieste di aiuto delle vittime di violenza e stalking.

Ad annunciare con soddisfazione la novità è il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Proprio la Regione, infatti, aveva proposto l’iniziativa alla Coop.

Un’idea semplice ma concreta per dare una mano a tutte quelle donne che in questo modo possono avere un’opportunità in più di farcela. Certo, fino al 25 novembre forse non è abbastanza e c’è chi chiede di estendere l’iniziativa anche oltre quella data (o ad altri supermercati e zone), ma se questa sia pur limitata pubblicità avrà contribuito a salvare anche una sola donna dalla violenza non sarà stata comunque vana.

 

Fonte: greenme.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *