“La partenza del corteo pacifico in Piazza Castello, nel pieno centro di Torino, ai sensi degli articoli 17 e 21 della Costituzione italiana, è l’ennesima dimostrazione che nessuno può fermare il popolo unito.

Gli insensati tentativi di Palazzo Chigi, di opprimere il legittimo dissenso, sono falliti.

Luciana Lamorgese e il Viminale hanno perso la loro inutile battaglia contro la maggioranza degli italiani che si oppongono all’infame tessera verde.

I sit-in proseguiranno a oltranza fino a quando il governo non eliminerà l’obbligatorietà, in Italia, del Green pass e Mario Draghi non si dimetterà insieme a tutto il suo esecutivo”.

Lo dichiara in una nota Marco Liccione, insieme al gruppo “La Variante Torinese”, che guida la protesta nel capoluogo piemontese da 17 settimane, contro il Green pass.

Fonte: Rassegna Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *