Dopo i portuali di Trieste, ora è il turno dei pompieri di Verona. Ad annunciare la protesta ad oltranza è l’Unione sindacale di base (Usb) dei vigili del fuoco che ha proclamato lo sciopero della fame del personale operativo appartenente al comando provinciale. Inizia quindi una lunga protesta che, secondo le parole dei manifestanti “continuerà fintanto che il decreto che impone l’obbligo del Green Pass per accedere ai luoghi di lavoro resterà in vigore.

Una protesta destinata ad aggravare i buchi negli organici che proprio l’obbligo della certificazione verde aveva generato. E infatti proprio a metà ottobre il sindacato Fp Cgil aveva evidenziato la carenza di personale tra i pompieri della città scaligera. La lotta è iniziata, ma Valerio Fioravanti del coordinamento dell’Unione sindacale di base (Usb) dei vigili del fuoco tiene comunque a precisare: “Il personale aderente salvaguarderà la vita umana propria introducendo nell’arco della giornata lavorativa liquidi onde evitare disidratazione e probabili complicanze mediche”

Fonte: .ilparagone.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *