Indagine della Asl Napoli 2 Nord, sequestrata la salma. Si chiama Sara Castigliola la giovane di 31 anni morta all’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno nel primo pomeriggio di oggi, 30 ottobre.

Morire di parto, a trentadue anni. È accaduto all’ospedale “Anna Rizzoli” di Ischia dove Sara ha perso la vita dopo aver dato la luce, questa mattina, la sua prima figlia, con un parto cesareo. Nel pomeriggio, a qualche ora dal parto, la donna aveva accusato un’emorragia ed era stata ricoverata in rianimazione.

Profondo sgomento sull’isola, dove i carabinieri della stazione di Casamicciola, coordinati dal capitano Angelo Pio Mitrione, hanno provveduto – su disposizione del pubblico ministero di turno – al sequestro della salma, sulla quale è già stata disposta l’autopsia, e al sequestro della cartella clinica. Sul caso la Procura della Repubblica di Napoli ha aperto un’inchiesta.

L’Asl Napoli 2 Nord, competente per il territorio di Ischia, e tutto il personale dell’ospedale Rizzoli hanno espresso – attraverso una nota – “il proprio profondo cordoglio ai familiari della giovane donna di 32 anni deceduta questa mattina presso l’ospedale Rizzoli, a seguito di complicanze connesse al parto”.

La direzione dell’azienda sanitaria locale ha inoltre annunciato che “effettuerà ogni approfondimento, attivando una specifica commissione che accerterà nel più breve tempo possibile quanto accaduto”. “Davanti a una simile tragedia bisogna capire cosa sia successo e se ci siano delle responsabilità in modo rapido e chiaro”, ha dichiarato il consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

Fonte: La Repubblica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *