Circola sui social un video di 4 secondo dove una agente minaccia un giovane fermato durante gli scontri. Abbiamo trovato le riprese originali. Ecco da dove è tratto

Circa 12 persone sono state arrestate a seguito degli scontri tra le Forze dell’Ordine e i manifestanti contro il Green pass a Roma, tra questi gli esponenti Castellino e Fiore del partito di estrema destra Forza Nuova. Circolano alcune riprese dove degli agenti portano un ragazzo verso un furgone della Polizia, ma non riuscendo a farlo salire lo distendono a terra per poi minacciarlo di violenza. Nel video si sente una poliziotta, dopo avergli messo il piede tra le gambe, avvisare il giovane con un chiaro «Se ti muovi ti do un calcio alle palle».

Per chi ha fretta

  • Il video dura appena 4 secondi e non permette nell’immediato riscontrare la fonte.
  • La stessa scena è presente in alcuni video montati da Local Team, ma risulta mancante la scena dove l’agente minaccia il giovane.
  • La fonte risulta essere una diretta streaming di Local Team, della durata di 5 ore, dove al minuto 3:46:31 è possibile udire la voce dell’agente che minaccia il ragazzo fermato.
  • Il fatto è avvenuto in tarda serata, ma in un video pubblicato nel primo pomeriggio da Local Team si vede un giovane molto simile portato via dalla stessa agente di Polizia.
  • Il ragazzo fermato non risulta essere il giornalista Francesco Cocco.

Analisi

Il video, che dura appena 4 secondi, è stato ampiamente condiviso sui social network come Facebook, Twitter e alcuni canali Telegram sostenitori dei No Green pass. Immagini simili sono state trasmesse in un video di Local Team pubblicato via Youtube, ma non risulta presente la scena che riprende la minaccia al giovane. Risulta, infatti, letteralmente tagliata.

La scena completa esiste ed è recuperabile nella pagina Facebook di Local Team. Le immagini degli agenti che portano il giovane verso il furgone, tra questi una donna, sono visibili dal minuto 3:46:05 circa del video trasmesso in diretta il 9 ottobre 2021.

La scena che riprende gli agenti mentre portano via il ragazzo verso il furgone.

Dal minuto 3:46:18 circa, l’agente con la camicia a quadretti chiede al collega a mettere a terra il giovane, il quale viene invitato a stare fermo. Una volta fatto sedere, la donna posiziona il piede destro tra le gambe.

La scena dove il giovane viene minacciato dall’agente la troviamo al minuto 3:46:31 circa. La ripresa viene poi sfumata, passando verso un’altra telecamera dei reporter di Local Team posizionati in un’altra zona di Roma. Non risultano video che mostrino il giovane colpito dall’agente nelle parti basse.

Lo strano “doppio arresto”

Ciò che risulta strano in questa vicenda è che il fatto viene ripreso dalle telecamere in tarda serata, dopo le ore 19, mentre un giovane dalle caratteristiche simili risulta anche in un video registrato diverse ore prima.

In un altro video, pubblicato via Twitter da Local Team alle ore 12:56, un giovane viene fermato dagli agenti nelle vicinanze di Palazzo Chigi. Dalle riprese si può osservare un agente che cade a terra, scena seguita da uno scontro dove i colleghi fermano e colpiscono il ragazzo a terra.

Oltre al volto somigliante, risultano estremamente simili anche i vestiti, dalla giacca alle scarpe. Nel caso si trattasse della stessa persona, non si comprende come mai sia stato fermato in due momenti completamente diversi e distanti diverse ore dopo l’uno dall’altro.

Nel video notiamo la stessa agente con la camicia a quadretti che porta via il giovane.

Il giornalista che denuncia un «calcio nelle palle»

Il giornalista Francesco Cocco, che lavora per Il Foglio, denuncia in un tweet di essere stato aggredito con un calcio nelle palle dalla Polizia di Stato durante la manifestazione a Roma: «Sono un giornalista, e pochi minuti fa in Largo Chigi, mentre filmavo la manifestazione #nogreenpass sono stato letteralmente aggredito con un calcio nelle palle (con decenza parlando) da un poliziotto in divisa. Giusto per capire quanto è saltato tutto».

Alcuni utenti collegano l’evento con il video del giovane fermato dalla Polizia e minacciato dall’agente con la camicia a quadretti. I tempi non tornano e non si tratta della stessa persona. Infatti, la diretta streaming di Local Team era iniziata alle ore 16:46, mentre la scena diffusa online risulta ripresa 3 ore e 46 minuti dopo, superando di gran lunga le ore 19. Il tweet di Francesco Cocco è stato pubblicato alle ore 18:46 di sabato 9 ottobre.

Infine, la scena del giovane è stata ripresa in via del Parlamento nell’incrocio con via del Corso, mentre Francesco Cocco racconta di essere stato colpito in Largo Chigi che si trova a circa un centinaio di metri di distanza.

Conclusioni

Il video che circola sui social risulta essere un estratto di 4 secondi della diretta streaming di Local Team e non risulta, dunque, manipolato.

Uno dei post Facebook dove è stato condiviso il video.

Risulta strano che un giovane simile sia stato fermato diverse ore prima a circa 100 metri di distanza, portato via dalla stessa agente con la camicia a quadretti.

 

Fonte: open.online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *