Al momento della tragedia il ragazzino era solo in casa. A scoprire l’accaduto è stato il cugino che era andato a portargli la spesa

Un tredicenne di origine senegalese è morto ad Asti, soffocato da un divano letto che si è richiuso sopra di lui. A trovarlo è stato il cugino che era andato a portargli la spesa. Il ragazzino era solo in casa, i genitori in Senegal da dove stavano per rientrare, e si presume stesse dormendo. Per estrarre il corpo sono intervenuti i vigili del fuoco.

Ancora tutta da chiarire la dinamica dell’incidente. Forse una molla difettosa, forse un errore nell’aprire e nel bloccare il divano letto, “di quelli con le reti che si richiudono come tagliole”, spiegano i carabinieri, intervenuti sul posto con i vigili del fuoco e con i sanitari del 118  nell’appartamento di via Zangrandi, non lontano dal centro. E ora nel condominio i vicini di casa si disperano per quel tredicenne benvoluto da tutti che frequentava la terza Media in città, dove i genitori – che ad Asti vivono e lavorano da anni – stanno tornando.

A dare l’allarme il cugino, a cui il ragazzo era stato affidato, appena rientrato a casa da fare un po’ di spesa. Quando ha aperto la porta si è subito reso conto che qualcosa non andava bene, troppo irreale il silenzio calato tra le mura che fino a poco prima avevano ospitato le risate del giovane.
“Aiuto, vi prego aiutatemi”, le grida che hanno fatto scattare la chiamata al 112. I soccorsi sono stati immediati, ma per il tredicenne non c’è stato nulla da fare: “Il divano letto si è trasformato nella sua tomba”, dice un vicino senza riuscire a nascondere le lacrime.

 

Fonte: tgcom24.mediaset.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *