Danni per il maltempo che si è abbattuto sul litorale ma anche l’entroterra. Tegole volate via e sottopassi allagati. Maxi grandinata nel Mugello

PISA — Paura e danni nel pomeriggio sulla costa nord della Toscana dove si sono abbattute trombe d’aria. I forti venti a oltre 140 chilometri orari hanno creato non pochi danni soprattutto sul litorale Apuano con alberi sradicati e auto completamente distrutte. Il vento ha divelto completamente il tetto della piscina di Carrara.

La tempesta si è abbattuta Massa e l’intero territorio provinciale di Massa-Carrara poco dopo le 16 di oggi. Alberi sradicati e schiantati sulle auto, allagamenti e ponteggi volati via fin sulla strada non sono che una parte del bilancio della tromba d’aria abbattutasi sul litorale apuano e nelle aree urbane. Qui sono state anche evacuate tre famiglie.

 

Allagamento sottopasso a Massa
Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco per rimuovere detriti e piante piombate in carreggiata. A Massa un’auto è rimasta bloccata in un sottopasso allagato nella zona dello stadio. Le persone a bordo si sono allontanate giusto in tempo per mettersi in salvo.

 

I danni della tromba d’aria a Massa
Problemi anche in zona tribunale, dove le strade si sono trasformate in torrenti e il temporale ha fatto cadere alberi e arbusti sulla sede stradale.

Anche a Marina di Pisa la tromba d’aria ha strappato violentemente tegole dei tetti facendole poi ricadere sulle strade.

 

I danni della tromba d’aria a Pisa
Sempre sulla costa ma a Viareggio è stato bloccato il Carnevale, troppo vento e un nubifragio improvviso ha creato il fuggi fuggi tra gli spettatori che sono scappati via. Il corso aveva effettuato metà del tragitto previsto in questa edizione che, a causa del Covid, è stata spostata a Settembre. Anche qui strade sono state allagate e le pinete chiuse dal Comune in via precauzionale.

Nel Mugello una maxi grandinata ha distrutto alcune auto. I dieci minuti che hanno cambiato le strade del Mugello sono quelli trascorsi nel pomeriggio poco prima delle 18, quando una violenta grandinata si è abbattuta sul territorio creando problemi alla viabilità.

Vaglia per diversi minuti una tempesta di grossi grani ghiacciati ha strapazzato i suoli, arrivando a danneggiare le auto. Specchietti retrovisori infranti e vistose ammaccature sono gli esiti della grandinata record sulle carrozzerie delle vetture.

 

Una delle auto colpite dalla grandinata in Mugello
In Lunigiana si sono registrati problemi anche alla corrente elettrica, le strade sono state invase da acqua e fango.

Non pochi disagi anche in Garfagnana dove è stata chiusa la Strada statale 12 dell’Abetone e del Brennero nei pressi di Bagni di Lucca per la carreggiata invasa da rami e tronchi di albero.

Diverse piante risultano crollate a terra anche in Piangrande a Barga e il traffico difficoltoso sul brennero all’altezza di Fabbriche di Casabasciana e Ponte a Serraglio. L’Unione dei Comuni della Media Valle raccomanda di evitare di mettersi alla guida.

Alberi a terra anche a Borgo a Mozzano, sulla strada provinciale 2 Lodovica all’altezza di Salita di Gioviano. Il sindaco Patrizio Andreuccetti dai suoi canali social chiede massima attenzione.

Piazza al Serchio un guasto agli impianti della stazione ha prodotto ritardi fino a 60 minuti e cancellazioni di convogli.

Nell’Aretino forti raffiche di vento, improvvise, associate a pioggia battente ma non ovunque, si sono abbattute nel tardo pomeriggio dalla città alla provincia.

Segnalazioni dalla zona di Fonterosa, nel capoluogo, dove un lampione ha perso la parte superiore rischiando di colpire un bimbo, ma anche di rami caduti in altre strade, come sul Raccordo.

Paura anche nell’alto Casentino, tra Stia e Pratovecchio, con auto in transito che si sono dovute fermare per il maltempo e addirittura diverse zone rimaste senza corrente elettrica. Su Bibbiena si è invece abbattuta una tromba d’aria

Temporali erano stati previsti per la giornata di oggi e l’allerta meteo è stata prolungata fino alle 13 di domani, su tutta la Toscana.

 

Notizia in aggiornamento su toscanamedianews.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *