La vicequestore della Polizia Nunzia Schilirò è intervenuta a sorpresa dal palco di Roma, ed ha esordito dicendo di essere “qui oggi come libera cittadina per esercitare i miei diritti previsti dalla Costituzione”

Sul fronte del Green Pass è ora scontro anche all’interno delle stesse Forze dell’ordine tanto che sarebbero quasi 20 mila gli agenti di Polizia che si sono espressi contro l’obbligo di questo strumento. Tra questi spicca il nome di Nunzia Alessandra Schilirò vice questore che, nella giornata di sabato 25 settembre è intervenuta sul palco di San Giovanni.

La dirigente della Polizia ha speso parole durissime nei confronti del Green Pass arrivandolo a definire la “tessera della discriminazione”. Si è quindi detta pronta ad andare avanti nella battaglia “anche senza divisa”. Nel frattempo i “piani alti” della Polizia di Stato hanno provveduto ad avviare una sanzione disciplinare.

No Green Pass Schilirò, “I miei vertici non hanno gradito”

Uno dei primi commenti della dirigente di Polizia espressi immediatamente dopo il suo intervento, è stato rivolto ai vertici che non avrebbero per nulla gradito quanto dichiarato davanti alle migliaia di persone presenti

Nonostante tutto attraverso un post sui social, si è detta serena circa la strada che ha deciso di percorrere: “Se l’amministrazione non gradisce la mia fedeltà alla Costituzione e al popolo italiano, mi dispiace, andrò avanti lo stesso. Ho scelto il mio mestiere, perché credevo che non ci fosse niente di più nobile del garantire la sicurezza di ogni cittadino, in modo che chiunque fosse libero di esprimere il proprio vero sé.

Se questo mi viene negato, il mio mestiere non ha più senso. Andrò avanti sempre, con o senza divisa, per amore del mio Paese”.

No Green Pass Schilirò, “La macchina del fango è già partita”

Sempre sui social la vice questore ha prontamente replicato affermando che “La macchina del fango era già partita”. Ha quindi proseguito: “evidentemente ci temono. Non sanno che per me è un onore essere in questa foto.

Voliamo alto, se restiamo uniti, non cadremo mai”.

No Green Pass Schilirò, circa il 20% degli agenti di Polizia non è vaccinato

Nel frattempo sono circa 20 mila gli agenti di Polizia (il 20% sul totale) che si sono detti contrari al vaccino. Ora per tutti questi lavoratori, dal 15 ottobre potrebbe scattare la sospensione. Proprio per questo, la direzione centrale di sanità della Polizia di Stato avrebbe invitato, attraverso una circolare, a mettersi in regola con le vaccinazioni.

 

Fonte: notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *