Partecipò al Vaccine day nel dicembre scorso. Anche il fratello si è contagiato e ora lotta in ospedale

RAVENNA – Sconcerto e dolore a Ravenna per la morte di Gabriele Gazzani, autista del 118 piegato dal covid. L’uomo, 61 anni, aveva ricevuto entrambe le dosi di vaccino; era stato uno dei primi a vaccinarsi in Italia, già lo scorso dicembre. Anche il fratello – come Gabriele, impegnato nel trasporto dei pazienti in ambulanza – è stato colpito dal coronavirus e ora lotta in ospedale nel reparto di Pneumologia.

Gazzani, riporta la stampa locale, era stato prima autista della Pubblica assistenza poi del 118 Romagna. Vaccinato già il 27 dicembre scorso, nel Vaccine day italiano, ricevette la seconda dose nella seconda metà di gennaio. La sorella, Gabriella, ha raccontato al Resto del Carlino di Ravenna che lui “diceva che periodicamente si sottoponeva anche a tampone”. Nei giorni scorsi si è ammalato di covid; la sua situazione sembrava stabile, ma una complicazione improvvisa l’ha portato alla morte.

Sono tantissimi i messaggi di cordoglio sulla sua pagina Facebook di chi l’aveva conosciuto sul lavoro, e di chi tramite la sua grande passione, il canto: si esibiva infatti nei pianobar della Romagna, regalando sorrisi al pubblico.

 

Fonte: repubblica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *