Un nuotatore scomparso da quasi 12 ore al largo della costa irlandese è stato salvato dopo che l’attenzione dell’equipaggio di una nave di salvataggio è stata attirata da un branco di delfini che circondava l’uomo, quasi volessero prestargli soccorso.

Si dice che i migliori amici dell’uomo siano i cani o gli animali da compagnia, ma in questo caso, questo incauto nuotatore la sua vita la deve ad un branco di delfini, che hanno circondato l’uomo e gli sono rimasti intorno per diverse ore fino a che i soccorritori che lo stavano cercando, allertati da alcuni bagnanti che avevano ritrovato i vestiti del nuotatore abbandonati sulla spiaggia da più di 12 ore, non sono stati attratti con lo sguardo verso quel gruppo di delfini che si comportava in modo anomalo, e nel mezzo non hanno visto la testa del nuotatore, ormai esausto, a 2 miglia di distanza da Castlegregory, nella contea di Kerry.

Il nuotatore si era avventurato a fare una nuotata la mattina di domenica, e la squadra di ricerca e soccorso della guardia costiera è uscita in mare a cercarlo domenica sera, è la squadra stessa a raccontare ai microfoni della BBC com’è andato il ritrovamento.

“Alle 20:30, l’equipaggio volontario della scialuppa di salvataggio di “Fenit RNLI” ha avvistato un branco di delfini e una testa sopra l’acqua a circa due miglia e mezzo dalla spiaggia di Castlegregory. La vittima era esausta ma cosciente e si è immediatamente ripresa una volta salita sulla scialuppa di salvataggio ed è stata portata nel porto di Fenit e poi accompagnata in ospedale per accertamenti”.

Il nuotatore soccorso si chiama Ruairí McSorley, e partendo dalla spiaggia di Castlegregory, dopo circa otto chilometri si è perso e a causa di un momento di confusione, della progressiva stanchezza e dell’acqua molto fredda, non è più riuscito a tornare indietro e a ritrovare la strada, per fortuna al suo fianco si sono presentati a fargli compagnia e a farlo notare ai soccorsi, un gruppo di delfini che è poi stato riconosciuto dalla guardia costiera come un branco appartenente alla popolazione tursiopi

Gli ambientalisti hanno ora identificato gli animali come appartenenti a una popolazione di delfini tursiopi che si nutrono e si riproducono nel Moray Firth in Scozia. Questo gruppo di cetacei era già stato avvistato al largo della costa irlandese diverse volte dalla prima comparsa, un paio di anni prima nel 2019. L’Irish Whale and Dolphin Group ha confermato l’identità dei delfini di domenica come gli stessi animali delle prime apparizioni nel 2019.

Una bella storia a lieto fine ed un branco di animali sconosciuti che si è rivelato, un vero e proprio salvavita!

 

Fonte: .positizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *