Da domani 18 settembre i talebani riaprono le scuole, ma solo per i maschi. L’annuncio è del Ministero dell’Istruzione del governo appena insediato a Kabul: tutti gli istituti in Afghanistan, sia pubblici sia privati, saranno aperti ma solo per gli studenti di sesso maschile.

Lo stesso vale per gli insegnanti, anche loro solo uomini, come spiega l’emittente Tolo News. Il rientro nelle classi era già stato annunciato nei giorni scorsi dai talebani, seppur condizionato dalle rigide regole imposte dal nuovo governo. Le fotografie, condivise dall’Università di Avicenna a Kabul e diffuse sui social media e su Storyful, avevano mostrato una tenda grigia che scende al centro di un’aula e le studentesse con il classico niqab.

La condizione delle studentesse afghane

In Afghanistan si respira un’atmosfera di incertezza e apprensione rispetto alle regole imposte dai talebani. Il loro ritorno al potere preoccupa soprattutto le donne. Il timore è quello di veder persi nuovamente i diritti per cui hanno combattuto negli ultimi due decenni contro la resistenza di molte famiglie e funzionari di un Paese musulmano assai conservatore. Gli stessi studenti hanno manifestato preoccupazione per il loro futuro, evidenziando come le scuole siano state chiuse prima per mesi a causa della pandemia di coronavirus e ora per il cambiamento al governo (fino ad oggi i talebani avevano riaperto solo le scuole materne ed elementari mantenendo chiuse quelle secondarie). E hanno rivolto un appello al nuovo esecutivo affinché venisse attivata la ripresa delle lezioni. Appello accolto, dato l’annuncio odierno del ministero dell’Istruzione, ma solo per gli studenti maschi.

 

Fonte: fanpage.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *