L’assassino è in fuga. La donna era sposata e aveva una figlia di due anni che al momento del delitto si trovava all’asilo

Una 21enne mamma di una bimba di due anni, Alessandra Zorzin, è stata uccisa a colpi di pistola nella sua abitazione a Valdimolino, una frazione di Montecchio Maggiore. A far scattare l’allarme è stato il marito, che al suo rientro ha scoperto il cadavere. Testimoni hanno visto scappare un uomo con una fisionomia diversa da quella del congiunto per l’ora di pranzo. Si tratta del secondo femminicidio in cinque giorni, dopo quello di Noventa Vicentina.

Secondo le testimonianze l’assassino, subito dopo l’omicidio, è uscito dall’edificio ed è salito su una macchina nera facendo perdere le sue tracce. I carabinieri indagano.

La vittima, di professione parrucchiera, viveva con il marito nella località vicentina da un anno e mezzo. Secondo gli investigatori, aveva conosciuto da poco il sospettato, un quarantenne. I vicini di casa lo hanno visto parcheggiare in mattinata nel piazzale dell’abitazione della giovane e poi dileguarsi.

Si tratta del secondo femminicidio nel Vicentino negli ultimi cinque giorni. Il 10 settembre la 31enne i origini nigeriane Rita Amenze è stata uccisa nel parcheggio dove lavorava, a Noventa Vicentina, dal suo ex compagno che in passato era già stato condannato per violenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *