Roma, 6 set — Vittorio Sgarbi prende verbalmente a scudisciate il direttore di Domani Stefano Feltri, ennesimo ultrà della segregazione e del terrore pandemico finito al centro delle polemiche per avere chiamato «evasori vaccinali» i renitenti al vaccino auspicando, per loro, l’esclusione al 100% dalla vita sociale.

Sgarbi bastona Feltri (non Vittorio)

Secondo Sgarbi «se io sono vaccinato, che cazzo me ne frega se un no vax non lo è? Sarà un problema suo che si ammala, no? Eh no, perché anche il vaccinato — incalza — può contagiarsi e può contagiare, per cui portiamo la mascherina anche sul buco del culo». Il sindaco di Sutri non ha mai fatto mistero della sua profonda antipatia per i dispositivi di protezione individuale. Le sue bordate contro le mascherine e gli insulti al ministro Speranza risuonano ancora tra le mura dell’Aula di Montecitorio. «Sono stato a Castellabbate e c’erano queste due ragazze degne di ogni attenzione, ma non le ho viste in faccia perché sono andate a fare il bagno con la mascherina. Fra questi fanatici del bavaglio c’è anche il direttore mascherato: Stefano Feltri, che nell’editoriale di ieri dice: escludiamo gli evasori vaccinali dalla vita civile».

L’evasore mentale

Quella dei vaccini è una setta, una religione, spiega Sgarbi: «che si contrappone alla setta di chi è contrario alla vaccinazione. Poi ci sono io del partito “fatti i cazzi tuoi”. Io il vaccino l’ho fatto, se non lo vuoi fare sono per l’appunto cazzi tuoi». Siamo una democrazia, o quel che ne resta. «Possiamo, in democrazia, accettare che venga pubblicato un editoriale con la proposta di togliere diritti ed escludere dalla vita sociale i non vaccinati? Come già sta accadendo, peraltro» specifica citando il caso dei musei. «E siccome i non vaccinati sono circa il 20% della popolazione, perché non consentiamo loro di fare quello che vogliono?». Conclude Sgarbi: «Tu, Feltri che invochi l’esclusione sociale per gli “evasori vaccinali”, non sei altro che un evasore mentale. Il Domani è tutto tuo, noi ci teniamo l’oggi».

 

Fonte: Il Primato Nazionale.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *