Il rave party di Mezzano continua a perdere pezzi per la strada, l’ultimo tra San Vincenzo e Campiglia, nel livornese: un tizio rinviene per caso il cadavere di una giovane, abbondantemente decomposto, ancora senza nome, ricollegato dagli inquirenti al mega evento culturale in agro di Valentano.

Quest’ultimo è stato capace di rassicurare la Nazione intera sulla efficienza della Intelligence nostrana (erano in realtà segretissime prove generali per stoppare le infiltrazioni ISIS via corridoi-autostrade umanitarie pro Afghanistan), comunque benedetta dal notissimo dr. PocketHouse, ex aspirante sindaco falisco, ancora onnipresente sul territorio dopo la quiescenza e plurincaricato (oltreché di recente gratificato in Regione per il suo impegno contro il COVID-19) al punto da far sorgere dubbi circa la presenza in giro di suoi molteplici sosia, ed ora anche ieratico on line: “Rave party risolto senza creare ulteriori fatti spiacevoli”.

E per fortuna !!!! Questo prezioso intervento, ennesimo cammeo di rara eccellenza intellettuale, ci riconduce allo stagnare di qualsiasi iniziativa volta a far luce (giusto se ti porti una torcia) sui tanti interrogativi che ‘affliggono’ la ASL viterbicola da tanto, troppo tempo. C’è da pensare ad esempio che la Città dei Papi sia zona franca e non preveda l’applicazione della celeberrima L.77/20 circa l’attribuzione esclusiva ai Laboratori Analisi con sezioni di Virologia e Batteriologia di processare i tamponi COVID-19: per capirsi, la Genetica Molecolare non ha voce in capitolo, eppure…!!!! Diabolicamente questo ”dettaglio” sfugge!!!

Nessuno si è più chiesto che fine abbiano fatto le indagini per quella giovanissima di Montefiascone deceduta nel febbraio 2020 dopo un accesso al Pronto Soccorso di Belcolle: da qualche parte, in passato, si è letto dell’avvenuto deposito del l’elaborato del perito (in realtà intervenne un pool di 4 specialisti) incaricato dalla Procura della Repubblica, qualcosa trapelò subito dopo circa ipotesi di responsabilità professionale di un solo medico, ma…da allora il silenzio è calato come un sudario, anche se le procedure concorsuali per i primariati di Pronto Soccorso a Belcolle e Tarquinia si sono concluse, con nomina dei rispettivi vincitori (a Tarquinia è andato l’ex incaricato di Belcolle) e buona pace di chi non è più tra noi.

Il caso del Caposala della Elettrofisiologia di Belcolle rimane…silente: se per gli altri operatori sanitari incorsi nelle ire del COVID-19, ma oggi fortunatamente in attività, ci sarebbe comunque qualcosa da dire, per un decesso, peraltro riconosciuto e tutelato dall’INAIL, risulta improponibile “menare il can per l’aia”. Allora: ci sono le deleghe per le indagini da parte del PM? Sono per lo SPRESAL della ASL Viterbo? In caso affermativo, quale personale interviene? Ancora emissari dalla costa tirrenica? Premesso che non si può essere ‘custodi del proprio fratello’, ed era quel sentimentalone di Caino a sostenerlo, pur non apparendo massimamente etico che la ASL controlli se stessa a mezzo propri dipendenti, a che punto siamo? Cosa ci narrerà l’Intelligence? Se la finalità di simili inchieste è quella di rinvenire una falla nel sistema (e quando mai?) onde sanare la criticità ed evitare di ricaderci…basti pensare che siamo alle soglie della IV^ ondata, dopo le vacanze, ma dobbiamo ancora conoscere quanto avvenne nella prima: “Di quel securo il fulmine tenea dietro al baleno”!!!!!!.

Al confronto, l’arcinota storia(di tale trattasi) delle incentivazioni, fine anni ‘90-inizio 2000, che trasse spunto dalle cervellotiche, inattendibili e fasulle illazioni di un attuale bettoliere di Guardea, allora parimenti obeso e sconclusionato consulente del PM, è un mirabile esempio di celerità istruttoria e processuale, spese a parte. Alla fine ha ragione la principessina Ardid, che segue S.King, maestro in tutto, anche di vita, al punto da tatuarsi sull’avambraccio (visibile quindi solo a pochissimi intimi) la frase di congedo in “IT”: Sii valoroso, sii coraggioso, resisti. Ed allora perché non stampigliarsi sull’avambraccio controlaterale la fenice Fanny, quella di Harry Potter, col motto: “Un aiuto verrà sempre dato a Hogwarts”: del resto la fenice è molto amata tra gli altissimi Dirigenti della Sanità locale, anzi, sarà tua premura, benemerita Ardid, non intralciarne il volo poiché nel caso l’araba fenice inizia subito a strillare e si trasforma in un’aquila (gli piacerebbe !!) ossessa è fastidiosa.

Fantasy a parte, i VIP consigliano in questi giorni “Vita con Lloyd”, che va fortissimo tra i piani alti in via Fermi: una sorta di botta e risposta tra un fenomeno ed il suo ‘io’ travestito da lacchè: letture scelte e di qualità per un Ferragosto in Agriturismo con dee immortali, finte bionde e fasulle castane, ma pensierose tra prismatiche delibere milionarie e pesanti debiti insoluti in mezza Viterbo, che pipa-Man, erodiano démodé, non riesce più a saldare. Consigliamo per tutti di affogare pensieri e dispiaceri in una coppa di nettare divino, magari un Dom Perignon del 2008, dal perlage fine e persistente, un tocco di speziato che apre ad un assaggio materico e vellutato, fresco ed equilibrato…, su su, non è niente, il bello deve ancora venire!!

By John Wick

3 thoughts on “I miti della ASL Viterbo tra realtá, fantasy e spunti enologici.”
  1. Pipa man mi ricorda un ex Primario di Belcolle: sará lui? Giravano voci su indebitamenti plurimi e consistenti🤣🤣🤣🤣e Ardid ? Eroina del fantasy tatuata ? Da non crederci. Giusto mantenere la privacy, devo capire chi sia, stimolante!

  2. Mah. A te piace quello che scrivi? Pensi di essere bravo? Perché in realtà non fa ridere e non è nemmeno scritto bene.
    Risus abundat in ore stultorum.

    1. Scusa Silvia, c’è l’hai con me? Vedi, cara, io leggo e mi diverto, anzi, mi diverto molto. Se così non fosse per te, peccato; attendibilmente hai il loro stesso DNA ovvero la stessa tessera, non fa nulla: come avrai notato i cinghiali sono arrivati in moltitudine a Viterbo, e faranno piazza pulita, anche dei troppi maiali ivi presenti. Sulle capacitá espressive, lessicali, sintattiche, logiche…ripassa alla cassa! Ciao, ciao!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *