Il decesso risalirebbe ad almeno 36 ore prima del ritrovamento. La donna accusata, al momento, di abbandono di minore

Un 14enne disabile è stato trovato senza vita in casa a Grammichele (Catania) dai carabinieri, avvertiti dalla madre. Per la morte del ragazzino è stata fermata proprio la donna, di 45 anni. Dai primi esami eseguiti dal medico legale, sul corpo del giovane ci sarebbero tracce di una prolungata esposizione al sole, cosa inconciliabile con il ritrovamento del corpo in casa. La morte risalirebbe ad almeno 36 ore prima.

Al momento la donna è accusata di di abbandono di persone minori o incapaci in attesa di capire la dinamica dei fatti. Secondo una prima ricostruzione, la 45enne ha lasciato il figlio di 14 anni, di cui aveva la custodia esclusiva (il padre è deceduto), affetto da tetraparesi spastica e ritardo mentale grave ma non solo: lo avrebbe abbandonato esposto al sole per lungo tempo, fino a causarne la morte.

 

Fonte: .tgcom24.mediaset

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *