Sono 174 interventi effettuati oggi nell’Isola dai vigili del fuoco, 30 dei quali effettuati solo in provincia di Palermo

Continua a bruciare la Sicilia. Sono 174 interventi effettuati oggi nell’Isola dai vigili del fuoco, 30 dei quali effettuati solo in provincia di Palermo. Le fiamme, alimentate dalle alte temperature, stanno divorando ettari di vegetazione e macchia mediterranea. Le fiamme sono divampate lungo la statale 113 in zona di Altavilla Milicia, il traffico è stato a lungo bloccato. Roghi anche in collina tra le villette sempre nel comune di Altavilla. Roghi anche lungo l’autostrada Palermo Catania tra Trabia e Altavilla Milicia. Incendi anche nei pressi delle abitazioni a San Nicola l’Arena, frazione del comune di Trabia. Nel trapanese ci sono incendi nella zona di Segesta. Sono state evacuate preventivamente le terme di Gorga. Anche in questo caso stanno intervenendo i pompieri, i forestali, la protezione civile e il 118.

Stamani un rogo ha interessato contrada Santa Lucia a Castelbuono, sulle Madonie, le fiamme appiccate nella zona della pista dell’elisoccorso alimentate dal vento hanno presto raggiunto l’area dove si trova l’isola ecologica, ma principalmente l’industria dolciaria dei Fratelli Fiasconaro i noti produttori di panettone. A rischio anche diverse abitazione che sono state salvate grazie all’impegno di volontari, cittadini, dipendenti del comune, operai e guardie forestali, i vigili urbani, carabinieri.

Il sindaco di Castelbuono Mario Cicero fa un appello all’incendiario: “Tu che hai fatto questo gesto, da parte mia non avrai nessun giudizio, ti invito solo a riflettere sui danni che poteva provocare l’incendio oltre a creare danni alle persone, alle case della zona, costruite con sacrifici dai proprietari, li vicino c’era l’impresa Fiasconaro che da lavoro a tante famiglie. Rifletti su tutto ciò, se poi hai del rancore verso qualcuno, ti invito a superarlo ricordati che solo la morte ci blocca per sempre, tutto il resto si supera. C’è gente pronta ad ascoltarti con riservatezza e responsabilità. Non fare più questi gesti, il fuoco provoca solo lutto e dolore.”

Fiamme anche lungo la strada statale 114 “orientale Sicula”, nel tratto tra Rosolini e Avola in ben due punti le fiamme sono state appiccate tra lo spartitraffico delle due carreggiate, sul posto vigili del fuoco e uomini dell’Anas che hanno prima rallentato il traffico veicolare e poi lo hanno bloccato.

Altro incendio ad Augusta – Priolo Gargallo, stabilimento industriale Isab nord: sul posto diverse Organizzazioni di volontari della protezione civile, un elicottero della Marina militare, rimorchiatori e battelli navali vigili del fuoco per controllo pontili dello stabilimento stabilimento industriale. Questa mattina le fiamme sono divampate in contrada San Cusumano, sulla strada Priolo-Augusta, nei pressi della Cementeria. Sul posto i Vigili del fuoco per domare il rogo chiusa anche per diverso tempo l’arteria che collega le due città.

 

Fonte: repubblica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *