L’uomo ha lasciato un biglietto nel quale spiegava le ragioni dell’accaduto

Omicidio-suicidio a Roma Nord dove un uomo di 82 anni ha ucciso la moglie 83enne e poi si è impiccato togliendosi la vita. La tragedia è avvenuta intorno alle 11:00 di lunedì 16 agosto in un’abitazione di via della Giustiniana, nel XV Municipio.

A richiedere l’intervento dei soccorritori un vicino di casa dopo aver visto un uomo impiccato ad un gazebo con una corda e già privo di vita.

Richiesto l’intervento dei soccorritori nell’abitazione dove vivevano i due anziani coniugi, entrambi italiani, è intervenuto il personale del 118 ma per i due era già troppo tardi. Sul posto anche gli agenti dei commissariati Ponte Milvio e Flaminio e la polizia scientifica con gli investigatori che hanno poi ricostruito l’accaduto.

Secondo quanto si apprende l’uomo, dopo aver ucciso la moglie, invalida, con una coltellata al petto che non gli ha lasciato scampo, avrebbe compiuto l’estremo gesto impiccandosi con una corda ad un gazebo, per poi essere trovato dal vicino di casa sotto al balcone della sua abitazione.

Ad avvalorare la tesi dell’omicidio-suicidio un biglietto d’addio scritto dal’82enne nel quale l’uomo avrebbe spiegato le ragioni del suo gesto.

 

Fonte: romatoday

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *