Le immagini di piazza Castello gremita di torinesi presenti al “No paura day” per protestare contro la certificazione verde, contro l’obbligo vaccinale e contro la proroga dello stato di emergenza

Quando mancano poche ore all’entrata in vigore dell’obbligo di Green pass, a Torino va in scena l’ennesima manifestazione di protesta organizzata contro la misura anti-Covid. In piazza Castello si sono ritrovate alcune migliaia di persone per il “No paura day”, contro il Green pass, contro l’obbligo vaccinale e contro la proroga dello stato di emergenza. «Siamo contro scelte illegittime e incostituzionali che discriminano e dividono. Così ci uccidono definitivamente», è la posizione dei dimostranti che hanno aderito all’iniziativa organizzata. Tutti senza mascherina, in un contesto in cui sembra impossibile mantenere una distanza fisica di sicurezza. Molte le sigle e le categorie di lavoratori presenti in piazza. Tra questi, le Partite Iva e l’associazione Fieristi italiani e anche qualche volto noto del Consiglio comunale, come la consigliera comunale M5s Monica Amore. «Vogliamo informare la gente e portarla verso una scelta oggettiva, dare loro il mezzo per poter scegliere liberamente», sono le parole di Giampiero Alaimo, vicepresidente Apgo, l’associazione provinciale dei grossisti ortofrutticoli. «Con questo green pass hanno di nuovo annullato fiere: per noi significa che seimila famiglie sono senza lavoro e senza ristoro», ha tuonato invece invece Serena Tagliaferri, presidente Associazione Fieristi italiani.

La locandina della manifestazione

Fonte: open.online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *