Leone dal 23 luglio al 22 agosto: Segno Fuoco

Il secondo segno di Fuoco si colloca al centro della stagione estiva. Se Ariete rappresenta la scintilla che dà origine alla vita, con Leone siamo avvolti dal calore dello scoppiettante falò di Ferragosto.

“Espressione” è la parola chiave. Leone deve lasciare nelle mani del mondo un’evidenza tangibile dei suoi processi interiori, esprimere il proprio pensiero, sviluppare la propria personalità. Deve imparare a dire di sì alla vita. Affermazione e positività, sono le sue migliori qualità. Tutto ciò che è dentro deve apparire fuori e se riesce in questo, non si preoccupa delle critiche.

Chi ha presenza leonina ha l’anima dell’esibizionista, oltre a una naturale intuizione per mettersi a guidare gli altri. Creatività, carisma e il sapere come essere felice.

Egli sa di vivere adesso, ora. Appare estremamente egocentrico e sicuro di sé, ma non bisogna farsi ingannare perché questo è ciò che il Leone è qui per imparare, e il suo problema è di solito l’opposto: il rischio è quello di fare troppo affidamento sull’approvazione altrui, e sentirsi insicuro se questa venisse a mancare.

Il Leone ha bisogno di amore, ma più cerca di assicurarselo impressionando le persone, più è probabile che le allontani. L’ombra del Leone è il suo orgoglio, che gli impedisce di chiedere semplicemente un po’ di amore e di attenzione.

Ma se non impara a chiedere supporto, finirà per risultare pietoso.

Il segno del Leone è governato dal Sole: ottimista, colorato, si interessa in modo particolare alla scoperta e alla realizzazione delle possibilità future.

Tende a vedere la vita in un certo modo, e una volta che si è formato una certa visione non ama doverla cambiare; ci vuole molto a convincerlo che la vita non è quella favola che pensava. Tende ad aggrapparsi all’ideale e a rimanere disorientato quando questo non si accorda con la realtà, e questo si nota in particolare nelle sue relazioni, sia in amore che nel lavoro, in famiglia e con gli amici.

Il nativo del segno è perennemente frustrato dalla meschinità, dall’ambiguità, dalla gelosia e dalla cattiveria. Non che non possa avere questi difetti anche lui, ma farà di solito un enorme sforzo per comportarsi con onore con gli altri, perché questo prevede il codice cavalleresco.

Può accadere che, se avete una relazione con un Leone, vi sentiate tagliati fuori da tutta la storia, dato che lui è così innamorato della nobile immagine del suo amore, che forse ha dimenticato di amare anche voi.

Tuttavia, a parte questo problema, più o meno marcato a seconda della persona, il nativo del Leone è realmente l’amante ideale: una persona con l’abilità di rendere magica e speciale ogni storia d’amore, ama con stile e senza inibizioni e nella sua natura onesta e leale c’è anche la fedeltà.

Ovviamente ha bisogno di qualcosa in cambio, in primis di fedeltà a sua volta: è un tipo geloso e può non sopportare il tradimento, dato che lo considera offensivo e raramente può perdonarlo.

Buon Compleanno!

Rosanna De Marchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *