Con un punteggio finale di 16-12, l’italiano supera il tunisino Mohamed Khalil Jendoubi

Il 20enne, brindisino di Mesagne, porta la seconda gioia nel medagliere azzurro. Ed è la prima gioia d’oro, dopo l’argento di Samele nella sciabola. Nella finale di taekwondo della categoria -58kg, Vito Dell’Aquila ha superato il tunisino Mohamed Khalil Jendoubi, che in semifinale aveva eliminato il numero 1 del ranking, Jun Jang. Si chiude una mattinata d’oro per l’atleta pugliese, che con una prova esemplare, in semifinale, aveva superato l’argentino Guzman 29-10 dominando tutti e tre i round, lasciando a zero il rivale nell’ultimo parziale. «Questo oro è dedicato a mio nonno, che non c’è più da un mese e stasera mi guardava da lassù: ero certo che avrei vinto»: sono state le prime parole di Vito Dell’Aquila, che ha ricevuto i complimenti della sottosegretaria allo Sport Valentina Vezzali: «Mi auguro che sia la prima di tante. Complimenti, bravissimo».

«Mi sono vaccinato per l’oro»

«Mi sono vaccinato contro il Covid per venire a Tokyo a prendermi un oro olimpico». A margine della vittoria, dell’Aquila ha lanciato un messaggio pro-vaccini: «Aderisco molto volentieri alla campagna lanciata dal presidente del Coni Malagò per promuovere la vaccinazione: è giusto che si vaccinino tutti».

La gara

Il primo dei tre round si è concluso con il vantaggio del tunisino per 5-2. Più rapidi i colpi all’inizio del secondo parziale: nei primi secondi, Jendoubi sale sul 7-2, ma Dell’Aquila recupera con due colpi da due punti ciascuno e arriva subito 7-6. Vantaggio tunisino di un punto che si protrae fino alla chiusura del secondo round, 9-8 per Jendoubi. Il terzo round si apre con la richiesta della prova televisiva. Nulla di invariato rispetto alla decisione dell’arbitro. 10-10, parità perfetta a un minuto dalla fine. La rimonta, alla fine, riesce: Vito Dell’Aquila, con un punteggio finale di 16-12, vince la prima medaglia d’oro dell’Italia a Tokyo 2020.

 

Fonte: open.online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *