Vangelo Mc 6,30-34 Erano come pecore che non hanno pastore.

Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, gli apostoli si riunirono attorno a Gesù e gli riferirono tutto quello che avevano fatto e quello che avevano insegnato. Ed egli disse loro: «Venite in disparte, voi soli, in un luogo deserto, e riposatevi un po’». Erano infatti molti quelli che andavano e venivano e non avevano neanche il tempo di mangiare.

Allora andarono con la barca verso un luogo deserto, in disparte. Molti però li videro partire e capirono, e da tutte le città accorsero là a piedi e li precedettero.
Sceso dalla barca, egli vide una grande folla, ebbe compassione di loro, perché erano come pecore che non hanno pastore, e si mise a insegnare loro molte cose.

Parola del Signore

COMMENTO: Il vangelo di questa domenica ci parla della missione svolta dagli apostoli e come essi riferiscono al Signore del lavoro portato a termine. Gesù prende atto del grande lavoro apostolico e missionario svolto dai suoi discepoli, non esprime un giudizio di valutazione sul loro operato, dice semplicemente: “Venite in disparte, voi soli, in un luogo deserto, e riposatevi un po’”. Gesù riconosce il diritto al riposo e alla pausa dopo il lavoro anche ai suoi discepoli. Anche per i discepoli arriva il bisogno di riposare e mangiare. Sempre nel testo del vangelo leggiamo come in realtà la gente nonostante la fatica e la stanchezza di Gesù e degli Apostoli comunque vanno alla ricerca di loro. Vista l’urgenza del riposo il gruppo prese una barca e si diresse verso un luogo deserto, in disparte. Ma molti li videro partire e capirono dove erano diretti e li anticiparono all’approdo. Gesù ne ha compassione, facendo notare ai discepoli  come erano persone senza guida e sostegno. E quindi, nonostante la fatica, si mise all’opera e continuò ad insegnare loro molte cose.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *