La foto del 74enne che fissa i delegati internazionali in giacca e cravatta l’ha reso una celebrità. Ex docente di inglese, ha raccontato di aver ricevuto telefonate persino dal Canada

Un personaggio irresistibile, che in pochi secondi è diventato inconsapevolmente una star dei social: è Nicola Frangione, l’uomo che martedì 1° luglio in centro a Matera si è affacciato al balcone di casa propria a petto nudo, trovando sotto alcuni degli uomini più potenti in giacca e cravatta, i delegati internazionali del forum finanziario G20. L’uomo, un professore di inglese 74enne piuttosto noto in città, ha raccontato così l’episodio curioso di cui si è trovato, con suo stupore, protagonista: «Di solito quando ho voglia di leggere prendo un po’ di sole. Quel giorno ho sentito il suono di un gruppo musicale, così sono andato sul balcone. La cosa che mi ha attratto è che sono passati Luigi Di Maio e il sindaco e mi hanno salutato». L’immagine di Frangione sul balcone senza maglietta, diventata virale, ha reso l’ex professore una celebrità del web. Interpellato dal Corriere della Sera, Frangione incredulo per l’improvvisa notorietà ha detto di essere diventato “famoso” in poche ore, tanto da aver ricevuto telefonate da persone con cui non aveva contatti da anni, «persino dal Canada». «Quando sono uscito a prendere il caffè, in molti mi hanno perfino chiesto un selfie. Eppure mi sembra di non aver fatto niente di che», ammette

La sua storia

Selvaggia Lucarelli su Radio Capital ha definito Frangione «l’eroe del secolo» per aver guardato i delegati internazionali del G20 con aria di sufficienza e senza alcun tipo di soggezione. Intervistato dalla giornalista, il 74enne ha raccontato di non avere mai voluto smettere di lavorare a scuola. «Quando a 62 anni mi hanno mandato in pensione ho presentato ricorso alla magistratura del Lavoro perché avrei voluto continuare a insegnare». Frangione ha insegnato inglese anche ai detenuti nel carcere di Matera: un’esperienza che ha definito «affascinante». L’ex professore, sposato e padre di una figlia, ha detto di aver comprato casa tra i Sassi di Matera nel 1980, quando ancora non erano frequentati dal turisti, avendola acquistata all’epoca 20 milioni di lire. «Oggi vale un milione di euro, sono molto contento».

 

Fonte: open.online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *