Sdegno da parte dei volontari e dei residenti che non hanno accettato la situazione

Il suo nome piuttosto insolito ha conquistato fin da subito gli abitanti del suo paese e i telespettatori televisivi. Stiamo parlando di Whisky il cane divenuto popolare grazie al programma satirico “Striscia la Notizia“, in particolare all’inviata Stefania Petyx che ha fatto conoscere a tutti la sua storia. Ma cos’è che rende speciale questo pelosetto? Le sue qualità sono tantissime, scopriamole nel dettaglio.

Il piccolo quattro zampe è dolce, gentile e molto socievole con tutte le persone che incontra. In brevissimo tempo, è riuscito a diventare la mascotte di Carini, in provincia di Palermo, per la sua partecipazione commossa ad ogni evento della città. Matrimoni, funerali e varie festività..il pelosetto non manca ad ogni appuntamento della cittadina, manifestando il suo interesse a prendere parte a tali eventi. L’amore e la dedizione che prova nei confronti dei cittadini sono sentimenti talmente forti da non poterli trattenere. E non è tutto perché il tenero meticcio accompagna anche i bambini a scuola o i turisti al castello. Insomma, il suo è un ruolo davvero indispensabile in tutta la città e della sua presenza non se ne può fare a meno, perché riempie di allegria e allevia le tristezze di chiunque abbia la fortuna di incontrarlo. Purtroppo però, da pochi giorni, Whisky è stato protagonista di uno spiacevole e inaspettato episodio.

Le alte temperature dovute alla forte ondata di caldo lo hanno indotto a cercare riparo dentro una parrocchia, pensando fosse un ottimo luogo per trovare refrigerio. Invece, non ha trovato il riscontro positivo che si aspettava di ricevere. Il cane è stato inseguito e cacciato via dal prete davanti a cittadini e volontari che sono rimasti stupiti dal suo comportamento. Dopo la vicenda, il parroco ha provveduto a scusarsi per il modo in cui ha trattato Whisky porgendo le sue scuse. Al riguardo ha affermato che la Chiesa accoglie tutti gli esseri viventi compresi cani e gatti. Inoltre, insieme ai volontari dell’Enpa collocherà una ciotola dell’acqua all’ingresso per rinfrescare cani, gatti e uccellini che soffrono il caldo. Insomma, uno spiacevole episodio che per fortuna si è concluso nel migliore dei modi.

 

Fonte: amoreaquattrozampe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *